rotate-mobile
Attualità Sessa Aurunca

L'estate 'calda' di Baia Domizia: partite denunce contro gli haters

Reati denunciati via social ma non alle forze dell'ordine. Ora si prova a far chiarezza con le indagini

Regie occulte volte a screditare il territorio ed allarmismo sociale creato ad arte. E’ questa l’idea di cui sono convinti negli uffici comunali di Sessa Aurunca relativamente a ciò che sta emergendo a Baia Domizia. Al punto che, adesso, si è deciso anche di far partire delle indagini per individuare i ‘manipolatori della realtà sociale’.

Il discredito del territorio aurunco, ed in particolare per Baia Domizia, è stato uno dei temi portato all’attenzione del Comitato dell’Ordine Pubblico e la Sicurezza convocato nei giorni scorsi dal prefetto di Caserta Raffaele Ruberto, a seguito di alcuni segnalazioni di episodi di violenza accaduti sul litorale.

Quello che fa riflettere, e che nei giorni scorsi ha spinto anche il commissario prefettizio Contadori ad assumere una posizione ufficiale relativamente alle notizie degli ultimi giorni, è che alle ‘denunce social’ non seguono quelle alle forze dell’ordine.

In questa calda estate 2021, non risultano episodi denunciati di furti a case ed attività commerciali e si registra un calo dei reati in generale pari a circa il 60% rispetto all’anno precedente. Dati, questi, che sono emersi durante la riunione del Comitato  per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza. Ed è sulla base di questi elementi che, adesso, si vuole cercare di fare luce. Anche con le denunce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'estate 'calda' di Baia Domizia: partite denunce contro gli haters

CasertaNews è in caricamento