Bollette dell'Enel non pagate da anni, il Comune trova l'accordo per uno sconto

L'Ente dovrà versare oltre 300mila euro, l'ok della giunta: "Risparmiamo 100mila euro"

Ci sono addirittura bollette non pagate del 2011, ma il 'grosso' dei mancati pagamenti all'Enel del Comune di Parete va dal 2016 al 2018. Tanto che praticamente l'Ente oggi guidato dal sindaco Gino Pellegrino è stato costretto a fare un accordo con la Polluce Spe, società cessionaria di crediti di fornitura energia elettrica di Enel. Basti pensare che, si legge nella delibera di giunta, il Comune di Parete è debitore del Servizio Elettrico Nazionale S.p.A. per fornitura di energia elettrica per un importo di 407.918,32 euro in linea capitale oltre agli interessi di mora.

L'assessore alle Finanze ha proposto un 'accordo' con la società "al fine di evitare ulteriori maggiori oneri conseguenti al mancato pagamento delle fatture" che è stato accettato dalla Polluce Srl e quindi il Comune di Parete dovrà pagare 307.274,59 euro a titolo di quota capitale con la rinuncia, da parte del creditore della restante somma e degli interessi. Dal Comune hanno fatto notare che "la composizione transattiva consente un risparmio di spesa per il Comune di Parete ed elimina ogni eventuale ulteriore contenzioso, da cui potrebbe scaturire un ulteriore aggravio di spesa per l’Ente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento