menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carmela Del Basso

Carmela Del Basso

Regionali 2020. La candidata della Lega detta la linea contro l’immigrazione clandestina

Carmela Del Basso: "Serve rigore per tutelare l’ordine e la legalità"

"La linea di rigore che la Lega ha saputo adottare nei confronti dell’immigrazione clandestina deve costituire un modello cui improntare l’azione governativa per la tutela dell’ordine e della legalità. Azioni inadeguate messe in atto dall’attuale Esecutivo hanno incoraggiato nuovamente gli sbarchi di clandestini all’interno dei confini nazionali". A dichiararlo è Carmela Del Basso, candidata con la Lega alle prossime elezioni regionali, per la circoscrizione di Caserta.

"Molti stranieri, ospitati nei centri di accoglienza, sono soliti disperdersi nelle varie regioni d’Italia e, in particolare, in Campania - continua Del Basso - Il litorale domizio, con particolare riferimento a Castel Volturno, è letteralmente invaso da soggetti ignoti e dal passato ancora più occulto. Fatte salve le tutele per i rifugiati e i richiedenti asilo reali, bisogna salvaguardare la legittimità della loro presenza sul territorio. In questo contesto, si rendono necessari accertamenti più approfonditi circa le motivazioni della loro permanenza che, al di là della status di rifugiato o di perseguitato, possono riferirsi anche a necessità di studio o di lavoro. Gli stranieri, ospitati nella nostra regione, devono poter essere immediatamente rintracciabili e devono poter indicare con quali mezzi economici sono in grado di sostenersi. Come, del resto, fanno gli italiani che sono iscritti all’Anagrafe dei propri Comuni e pagano le tasse all’Agenzia delle Entrate. L’immigrazione non sia un pretesto per fare cassa".

"Molti stranieri giungono in Italia e, soddisfatto l’interesse di qualche lobby, tornano ad essere invisibili, abbandonati a loro stessi - aggiunge - Lo Stato Italiano deve assicurare le più ampie garanzie di libertà e di tutela in favore degli stranieri, purché il loro ingresso e la successiva loro permanenza siano ispirate al rispetto e all’osservanza delle leggi italiane. È intollerabile che immigrati vaghino sul territorio nazionale senza alcuna identità, con nomi spesso fittizi e con una storia personale ancor meno conosciuta. La Regione deve attivarsi, di concerto con i centri di accoglienza e i servizi di integrazione dislocati sul territorio, affinché tutti gli stranieri siano identificati. Quelli che si sottraggono o non sono in grado di giustificare con quali sostanze economiche sono in grado di mantenersi, devono essere immediatamente segnalati alle istituzioni competenti per i provvedimenti del caso. Devono poter dimostrare il possesso di un contratto di lavoro o di un regolare contratto di affitto, in assenza dei quali si trarranno le considerazioni del caso. Interventi e accertamenti, a mio avviso, necessari per smorzare di riflesso anche il deprecabile fenomeno del caporalato e dell’evasione correlata a locazioni irregolari", conclude Carmela Del Basso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L’allarme di De Luca sui vaccini: “Forniture dimezzate”

  • Cronaca

    Casalesi in Toscana, preso anche l'ultimo indagato: era in un 'B&b'

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento