Pd primo partito ad Aversa. Gatto: "Congratulazioni ad Oliviero, Graziano penalizzato dalla legge elettorale"

Il segretario: "Queste elezioni stabilizzano ancora di più il governo nazionale e spero facciano lo stesso anche con il governo cittadino che ha bisogno di un cambio di passo importante in considerazione dell’ottimo risultato raggiunto”

Il segretario Pd Francesco Gatto

Il Partito democratico si conferma ad Aversa il primo partito anche alle elezioni regionali. “C’è soddisfazione - ammette il segretario Pd Francesco Gatto - Faccio le mie congratulazioni e un grande in bocca al lupo a Gennaro Oliviero, più votato della lista, a cui spetterà il non facile compito di rappresentare i territori ed in particolare Aversa in consiglio regionale”. Il rammarico è per “la mancata elezione di Stefano Graziano che con quasi 18.000 preferenze non ci rappresenterà in consiglio regionale”. Il Partito democratico, infatti, nonostante i i voti dei due uscenti che da soli raggiungono le 38.000 preferenze, ha ottenuto un solo scranno nel parlamento regionale. “Penalizzati da una legge elettorale anomala - sostiene Gatto - in quanto nonostante il 65% raggiunto dal centrosinistra in provincia di Caserta, la coalizione di De Luca elegge soltanto 4 consiglieri regionali così come l’opposizione. Queste elezioni stabilizzano ancora di più il governo nazionale e spero facciano lo stesso anche con il governo cittadino che ha bisogno di un cambio di passo importante in considerazione dell’ottimo risultato raggiunto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento