Regionali 2020. Martino in tour con la ministra: “Valorizzare il made in Caserta è prioritario”

La candidata di Italia Viva ha accompagnato Teresa Bellanova in visita presso l'azienda C.R.G. Conserve Alimentari di Carinola

Luigia Martino e Teresa Bellanova

“La filiera agroalimentare va valorizzata al massimo. Dal Governo arrivano segnali confortanti come il contributo da 5mila euro a fondo perduto per aziende che si impegnano a comprare prodotti made in Italy. E' una grande opportunità di sviluppo ed in Regione mi impegnerò per favorire un comparto che vanta, soprattutto in provincia di Caserta, numerose eccellenze”. Lo ha dichiarato Luigia Martino, candidata al consiglio regionale con Italia Viva, a margine di un incontro con il ministro dell'Agricoltura Teresa Bellanova.

Martino ha accompagnato il ministro Bellanova in visita presso l'azienda C.R.G. Conserve Alimentari di Carinola, una vera eccellenza del “Made in Caserta” che si occupa, tra l'altro, di trasformazione e distribuzione di conserve di pomodoro sia a livello nazionale sia internazionale. “In questo mese di campagna elettorale ho incontrato diversi imprenditori della filiera agroalimentare - dichiara Martino - Ho ascoltato le loro difficoltà, il grido di dolore di chi è costretto a scontrarsi con una burocrazia spesso lenta e farraginosa per la quale si perdono opportunità. Abbiamo eccellenze conosciute in tutto il mondo, come la mozzarella e la melannurca, abbiamo aziende leader come appunto la C.R.G., abbiamo prodotti storici come i vini Asprino e Falerno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'agroalimentare rappresenta una risorsa che può e deve fare da volano per la crescita del territorio ma bisogna dare risposte agli imprenditori del comparto sburocratizzando le pratiche ed i protocolli, innovando i processi ed agevolando reti che coinvolgano le comunità locali nel quadro di un nuovo ruolo propulsivo delle istituzioni pubbliche. Così Terra di Lavoro può lanciare la sfida a nuovi mercati, al momento non ancora raggiunti. E' questa la strada giusta”, conclude Martino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tempesta nel casertano: abbattuti cartelloni pubblicitari ed alberi, volano anche pezzi di tetto | FOTO

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

  • “Avremo 5mila contagi in 4 settimane”, l'allarme di De Luca

  • Una casertana sbanca il programma di Gerry Scotti: vinti 55mila euro

  • Nel casertano si torna a morire e c'è un nuovo picco di contagi per Covid-19

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento