rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Attualità Aversa

Cambio di casacca last minute al centro delle polemiche: botta e risposta al vetriolo tra le due coalizioni

Il Centro accusa il ricorso contro la candidatura di Dello Iacono: "Una cosa ridicola". La replica: "In quale progetto di città si identifica?"

“Siamo concentrati nel discutere di temi, soluzioni, visione di città, dell’Aversa che verrà”. Così fanno sapere dalla lista il Centro x Aversa sulla vicenda che ha riguardato la possibile esclusione di Imma Dello Iacono dalla lista.

“Siamo più che convinti che tutte le procedure sono state eseguite alla perfezione. C’è stato il rispetto delle date. C’è stato il rispetto degli orari. Con sincerità, ci stiamo ridendo sopra da quando ci hanno raccontato che dei “candidati-non candidati-avvocati” volevano appellarsi e ricorrere contro la candidatura di Imma Dello Iacono e per la ricusazione della lista in cui inserita, in perfetto stile: “uffa, maestra non è giusto però”; oppure più semplicemente: “vai che così, forse, andiamo al ballottaggio". Non pensavamo fosse possibile tutta questa comicità. Non pensavamo fosse possibile che una persona perbene, di buon senso, uno stimato professionista nonché il candidato sindaco della coalizione Antonio Farinaro permettesse ed autorizzasse ai suoi una cosa così ridicola. Qualcosa gli è sfuggito di mano, immaginiamo se dovesse amministrare la nostra città. Cioè uno e/o due ricorsi. Ma tant’è. La nostra speranza era che la notizia della presentazione di un fantomatico ricorso bis fosse infondata. Questo non per noi, ma solo perché a quanto ne sappiamo nella coalizione avversa guidata da Antonio Farinaro ci sono delle persone che per mestiere si occupano della materia e che, stando a quanto raccontano in giro, mai si sarebbero fatte bocciare non una ma addirittura due volte una richiesta di ricorso, o qualcosa del genere, o addirittura qualcos’altro di non meglio specificato”.

Non è mancata l’immediata risposta dei coordinatori delle liste a sostegno di Antonio Farinaro. “Al di là delle questioni giuridiche e regolamentari su cui avremo modo, comunque, di continuare a soffermarci nei tempi e nei luoghi previsti dall'ordinamento, spieghiamo agli aversani quanto è accaduto”. La ricostruzione: “A seguito di un accesso agli atti appuriamo che, in nata 5 maggio 2024, Imma Dello lacono sottoscriveva, con tanto di autentica della firma, l’accettazione della sua candidatura per una lista Aversa Progressista, a sostegno del candidato a sindaco Mauro Baldascino, salvo poi la stessa Dello lacono, appena cinque giorni dopo, in data 10 maggio 2024, sottoscrivere l’accettazione per un'altra lista, Il Centro per Aversa, questa volta a sostegno del candidato a sindaco Francesco Matacena”. E continuando: “Alle 11.45 dell'11 maggio 2024 veniva depositata la lista 11 'Centro per Aversa' e a quell'ora, dunque, la stessa candidata Imma Dello lacono risultava aver accettato ben due candidature in due liste differenti e a sostegno di due candidati a sindaco diversi! Solo alle 11.49 dell'11 maggio 2024 il delegato di presentazione della prima lista, Aversa Progressista, inviava una nota al segretario generale chiedendo di eliminare dall'elenco dei candidati uno specifico nome e soltanto alle 12.02 Dello lacono inviava una nota al segretario generale, dichiarando di rinunciare, tra l'altro senza autenticazione, a far parte della lista per cui aveva, per prima, accettato la candidatura”.

E qui l’affondo: "Ora, al di là di questa pur importante sequela di avvenimenti, il dato politico e morale che ci preme rimarcare riguarda il singolare, sindacabile, approccio che Imma Dello lacono ha manifestato nei confronti di un momento così importante come quello della sottoscrizione di un'accettazione di una candidatura. Quali erano e quali sono i proponimenti, le convinzioni e, soprattutto, le adesioni ideali per cui l'ex consigliera comunale aveva accettato la sottoscrizione ad una lista a sostegno di Mauro Baldascino, salvo poi, di lì a poco, candidarsi in un'altra lista a sostegno di Francesco Matacena? In quale progetto di città, in quale programma, si riconosceva Imma Dello lacono: in quello di Mauro Baldascino o in quello di Francesco Matacena?”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio di casacca last minute al centro delle polemiche: botta e risposta al vetriolo tra le due coalizioni

CasertaNews è in caricamento