rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Attualità Piedimonte Matese

Elezioni. Boggia attacca: "Noi senza padrini e padroni. Non votate chi promette posti di lavoro"

Il candidato sindaco di 'Per Piedimonte' in piazza con gli aspiranti consiglieri

Dopo il rinvio per manifestare la propria vicinanza ad un candidato della lista ‘Per Piedimonte’ colpito da un lutto in famiglia, mercoledì sera il candidato sindaco Andrea Boggia è sceso in piazza coi sui aspiranti consiglieri, alla presenza anche del commissario provinciale di Fratelli d'Italia Marco Cerreto.

“Dobbiamo raccontare alla città di un passato che non è stato florido - ha affermato - La città ha fatto il passo del gambero: i comuni vicini sono andati avanti, Piedimonte ha fatto un passo indietro. La situazione, oggi, è disastrosa. Qualcuno qualche responsabilità ce l’avrà ed oggi non può presentarsi come la novità” ha affermato.

“Oggi siamo preparati a portare un programma chiaro e dettagliato: c’è un approccio pratico, politico ed umano di vita vissuta nelle strade di questa città. Noi ci siamo dati delle scadenze precise, fissando i primi obiettivi a 100 giorni dall’insediamento” ha aggiunto.

Non è mancata una stoccata agli avversari ed in particolare a Victor Civitillo, appoggiato dai consiglieri regionali Giovanni Zannini e Gennaro Oliviero. “Noi non abbiamo né padrini né padroni. Anche perché quando quando metti troppi galli a cantare non fa mai giorno. Noi ci siamo scelti da soli, ci siamo autodeterminati”. Poi ha attaccato: "Io oggi vi chiedo di non votare chi vi offre posti di lavoro: è un reato. Noi vogliamo creare le condizioni affinché ognuno possa realizzarsi qui, nella nostra casa, a Piedimonte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni. Boggia attacca: "Noi senza padrini e padroni. Non votate chi promette posti di lavoro"

CasertaNews è in caricamento