Attualità

L’emergenza Covid complica le elezioni: presidenti “scomparsi” e c’è chi cerca segretari sui social

Tante rinunce a poche ore dalla costituzione dei seggi. La Prefettura conferma l’indicazione per il “seggio volante”: le comunicazioni al Comune

L’emergenza Covid-19 complica maledettamente questa tornata elettorale di settembre. Oltre al rischio che aumenti l’astensione (che è già una peculiarità tutta italiana), nelle ultime ore c’è stata un’altra emergenza, relativa alla rinuncia da parte tanti presidenti di seggio che, forse preoccupati per l’organizzazione e la possibilità di essere contagiati, hanno desistito. Tanti, soprattutto, i certificati medici che sono arrivati e che hanno costretto i comuni a correre ai ripari. Sui social c’è stato anche chi ha pubblicato messaggi alla ricerca di segretari disposti a lavorare per questa tornata elettorale. 

Intanto la Prefettura di Caserta ha ufficializzato le modalità di voto per le persone che sono in quarantena perché positivi o in attesa di tampone. Ad oggi, in provincia di Caserta, ci sono oltre 1500 persone in queste condizioni. L’elettore dovrà contattare il Comune e sottoscrivere una dichiarazione con la quale chiede di votare: gli uffici dei rispettivi comuni di residenti dovranno girare la richiesta al Comune di Maddaloni ed al seggio speciale (che sarà ubicato al Covid-Hospital di Maddaloni e non in quello dell’ospedale di Caserta, come si era deciso in un primo momento) che poi provvederà a mettere in moto la macchina organizzativa per il voto domiciliare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’emergenza Covid complica le elezioni: presidenti “scomparsi” e c’è chi cerca segretari sui social

CasertaNews è in caricamento