Comunali 2020. Commercio in ginocchio, la ricetta della candidata sindaco

La professoressa del liceo 'Quercia': "Serve spendere sul territorio, noi abbasseremo le tariffe"

La candidata sindaco di Marcianise, Anna Arecchia

“Dobbiamo fare di più per il commercio in città”. Sono le parole della professoressa del liceo ‘Quercia’ Anna Arecchia, candidata Sindaco, supportata dalle liste ‘Sìamo Marcianise’, ‘Marcianise nel Cuore’ e ‘Più Giustizia x Marcianise’. “Il Covid-19 - spiega il Cavaliere al Merito della Repubblica - ha messo letteralmente in ginoccio i nostri esercenti che già non vivevano una delle fasi migliori, dal punto di vista economico. Allora, una volta al governo cittadino, dovremo dialogare con tutti loro per trovare delle soluzioni. Penso, ad esempio, ad un abbassamento (e in alcuni casi, al taglio) delle tariffe, ma non solo. Bisogna fare in modo che i marcianisani spendano sul nostro territorio. Cosa che oggi, purtroppo, non accade. Per raggiungere tale obiettivo dobbiamo incontrare subito anche le associazioni per favorire un'impennata del Centro Commerciale Naturale e poi mettere mano al piano parcheggi, fondamentale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anna Arecchia parla anche della campagna elettorale che sta per entrare nella fase conclusiva: “Sto vivendo un’esperienza unica e bellissima. Incontro tante persone in strada che mi chiedono, mi incoraggiano e credono nel nostro programma. Grazie a tutti voi. Noi, come detto nel corso di queste settimane, abbiamo le idee molto chiare. Via il ‘panettone’ da Santa Veneranda (organizzeremo un sit-in permanente appena eletti), riqualificazione vera dell’area 167, metanizzazione rione Medaglie d’Oro, palasport, apertura piscina, sblocco dei lavori inerenti il teatro Mugnone, più campetti all’aperto per i nostri giovani, parchi gioco attrezzati seriamente per i più piccoli, Puc. Insomma opere e provvedimenti, ne abbiamo ancora in cantiere, che in altri comuni della nostra provincia ci sono e sono stati posti in essere. A Marcianise invece non è stato fatto nulla e in questi anni, con le parole, ci hanno solo gettato fumo negli occhi. Basta con le chiacchiere e con i proclama: è il momento dei fatti. Noi abbiamo l’entusiasmo e le capacità per dare una svolta politica a questa città. Siamo l’unica novità di questa tornata elettorale. Gli altri hanno avuto la possibilità di governare o far parte del consiglio comunale in questi anni. E cosa hanno realizzato? Quali grandi opere hanno visto la luce a Marcianise? Noi, che rappresentiamo il popolo, siamo stanchi di questa politica improduttiva ed ecco perché siamo scesi in campo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse in Campania fino al 30 ottobre per il coronavirus

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Il Covid colpisce ancora: 187 nuovi positivi nel casertano

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Doppiato il record di contagi: 284 casi e 2 decessi nel casertano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento