Attualità

Elezioni. Il figlio di De Luca ‘pro Marino’: “A Caserta una missione impossibile”

Il deputato del Pd: “Incredibile massa debitoria realizzata dalle precedenti amministrazioni”

Piero De Luca

"Voglio rivolgere un accorato appello alle elettrici e agli elettori casertani a votare Carlo Marino alle prossime consultazioni per l’elezione del sindaco. Per due motivi fondamentali: il primo è legato alle sue capacità di amministrare, il secondo riguarda la sua attitudine ad incarnare i migliori sentimenti della politica”. Piero De Luca, deputato del Pd e figlio del governatore Vincenzo, si schiera apertamente accanto al sindaco uscente.

“A Caserta è stata realizzata quella che definirei ‘una missione impossibile’” spiega il deputato di Salerno eletto a Caserta. “Vale a dire la gestione ordinaria di un comune ereditato non con le casse vuote, ma con al passivo un’incredibile massa debitoria maturata nelle passate amministrazioni. Carlo si è rimboccato le maniche e in questi cinque anni, da un lato, è riuscito a garantire con grande capacità condizioni di vita serene e dignitose ai casertani, non facendo mai venir meno l’erogazione di servizi comunali essenziali, nonostante le difficoltà finanziarie di partenza e le criticità legate ad una drammatica pandemia, dall'altro lato, ha saputo risanare quei bilanci disastrati con un certosino lavoro di squadra ottenendo risultati che solo immaginare era un azzardo. Nel contempo ha profuso ogni sforzo per proiettare Caserta in una dimensione di più ampio respiro, ed anche in questo i risultati sono arrivati, portando la città ad assumere un ruolo di ritrovato protagonismo regionale e nazionale in vari ambiti, tra cui in particolare quello universitario, della ricerca, della cultura e del turismo. La presenza qualificata e competente di Carlo nella filiera istituzionale riveste anch'essa un ruolo importante. L’interlocuzione con la Regione Campania, con i rappresentanti del Parlamento e del Governo nazionale è costante e proficua. In questo periodo si è distinto per concretezza e affidabilità. Il suo importante incarico di Presidente dell’ANCI della Campania ne è riconoscimento tangibile”.

Per De Luca junior “tutto ciò rappresenta la premessa necessaria di quanto si dovrà fare per rilanciare ulteriormente questa bellissima città grazie ai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, un flusso di finanziamenti di portata epocale per il quale il sindaco in carica ha già predisposto decine di programmi di intervento la cui progettualità è in perfetta linea con gli obiettivi di sostenibilità ambientale, di transizione digitale, nonché di sviluppo e coesione sociale, fissati dall'Unione europea. L’auspicio mio personale e di tutti coloro che hanno a cuore la rinascita del Mezzogiorno è che possa essere premiata e riconosciuta la serietà e la capacità amministrativa, rispetto alla demagogia o alla propaganda politica, sterile e dannosa per i territori. Il mestiere del Sindaco è affascinante, ma difficile e complesso. Decisivo per i nostri cittadini è affidare questo incarico prestigioso e di responsabilità non a chi promette, ma a chi lavora per la comunità. E a Caserta questa figura ha un nome ed un cognome: Carlo Marino”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni. Il figlio di De Luca ‘pro Marino’: “A Caserta una missione impossibile”

CasertaNews è in caricamento