rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Attualità Capua

Elezioni. Del Basso si presenta: "Pd ha distrutto la città. Centrodestra nasconde simboli"

La candidata a sindaco rilancia la propria candidatura: "Nostra coalizione quella delle competenze e della concretezza"

La candidata a sindaco di Capua Carmela Del Basso incontra i supporters e presenta il programma ed i candidati delle 5 liste che sostengono la sua candidatura. 

"La battaglia per Capua non è una battaglia elettorale tra centrodestra e centrosinistra. Il centrodestra si ritira e nasconde i simboli, il centrosinistra è diviso con il Pd legato agli amici-nemici del 'Movimento 5 Stelle 2050' e Azione che ha scelto la nostra coalizione, quella della 'concretezza' e delle 'competenze', il centro è spaccato. Questa – ha chiarito Del Basso – è la prova della mancanza di coraggio che regna nella politica capuana". 

Ampio spazio è stato dato poi al programma della coalizione che comprende anche il movimento FreeCapua, il movimento del sindaco di Bacoli Josi Della Ragione. Un programma articolato in dieci punti per la rinascita di Capua e di Sant'Angelo in Formis. "Il Pd che ha distrutto questa città ora si ripropone alleato dei transfughi del centrodestra per tornare al governo con la stessa accozzaglia fallimentare che abbiamo visto all'opera in questi ultimi anni. Il Pd capuano non è stato in grado di risolvere uno dei problemi della città, né di aprire le menti dei capuani a concetti di cogestione amministrativa che pure dovrebbero appartenere al patrimonio politico dei nostri avversari. Da 5 anni il governo regionale è incapace di affrontare e risolvere il problema del ponte nuovo sul Volturno. Solo chiacchiere e promesse per i capuani – ha tuonato Del Basso – noi vogliamo costruire una città nuova, che si apra al mondo e alla modernità e che torni ad essere erogatore di servizi per i capuani e non solo strumento vessatorio".

"Sono convinta che si possa lavorare seriamente per il bene di Capua – ha poi concluso Carmela Del Basso – Ho deciso di candidarmi perché ritengo che non è più possibile tollerare l'inerzia di questa politica politicante. Non è concepibile che oggi non ci sia una villa comunale agibile, non è possibile che la piscina comunale sia un ammasso di cemento lasciato alle intemperie, non è possibile che il patrimonio immobiliare della città sia chiuso e non faccia reddito, non è possibile che i commercianti siano sul lastrico e non ci sia un piano per il rilancio del commercio in città, non è possibile più tollerare che i nostri giovani non trovino spazio e opportunità e siano costretti ad emigrare. Il nostro impegno lo dobbiamo soprattutto a loro, ai nostri figli e nipoti, a cui dobbiamo lasciare una città migliore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni. Del Basso si presenta: "Pd ha distrutto la città. Centrodestra nasconde simboli"

CasertaNews è in caricamento