Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

Elezioni, i candidati del centrosinistra si presentano: in 200 ad applaudire

Gli interventi del coordinatore Carlo Marino e degli onorevoli Picierno, Boccia e Mauri

Si è svolta questa mattina (2 sttembre) la conferenza di presentazione dei candidati alla Camera dei Deputati ed al Senato della coalizione 'Pd-Italia Democratica e Progressista'. "Oltre duecento persone presenti ed entusiasmo dilagante", riferiscono gli organizzatori. Ad aprire la serie di interventi il Coordinatore della campagna elettorale del Partito Democratico a Caserta e provincia, Carlo Marino: “Ringrazio tutto il popolo del Pd che oggi è qui con noi a sostenere i candidati alla Camera dei Deputati ed al Senato. Rivolgo il più grosso in bocca al lupo a coloro che fanno parte delle nostre liste e lanciare un messaggio: faremo del nostro meglio affinchè si arrivi all'obiettivo comune. Dobbiamo costruire una forte coesione sociale, dare una risposta adeguata all'emergenza che stiamo vivendo e puntare sul lavoro. Sono convinto che ci riusciremo unendo l'autorevolezza e la competenza dei nostri leader nazionali con il potenziale del nostro territorio. Tutti dobbiamo sentirci candidati, tutti dobbiamo condividere le idee e le proposte di chi è sceso in campo e del Partito Democratico, solo così potremo costruire un Paese ed una provincia di Caserta migliori per le nuove generazioni e non solo”. 

In collegamento da remoto il Vice Presidente del Parlamento Europeo, Pina Picierno: “Enorme in bocca al lupo alla nostra comunità democratica e a tutti i nostri candidati. Il 25 Settembre si deciderà il futuro dell'Italia e, come ha ribadito il nostro Segretario Enrico Letta, dobbiamo scegliere senza mezzi termini e con grande convinzione tra due idee diverse. C'è la nostra che ha rifondato l'Europa ed il nostro Paese grazie al 'PNRR' ed al 'Next Generation Eu', strumenti capaci di ridurre in maniera drastica le disuguaglianze e che hanno aperto ad una nuova solidarietà e poi c'è quella della destra, destra estrema a mio modo di vedere, che intende riportare l'orologio della nostra nazione indietro di decenni”. 

Successivamente la parola è passata all'onorevole Francesco Boccia, Commissario Regionale del Pd: “E' un momento importante per l'Italia anche considerando l'attuale contesto europeo. Il nostro Paese ha tanto bisogno del Sud, della Campania e di Caserta, provincia meravigliosa che, sinceramente, non ha ottenuto ciò che giustamente meritava. Le candidature che abbiamo in 'Terra di Lavoro' le apprezzo molto. Noi abbiamo lottato, a mani nude, in Europa per convincere diverse nazioni del nord ad avere le risorse per le nostre scuole affinchè rimanessero aperte 24 ore al giorno e nei fine settimana. Inoltre, siamo riusciti a vincere una battaglia politica, grazie al Pd ed ai Socialisti in Europa, per ottenere finalmente i capitali necessari per la sanità. E adesso che siamo vicini al traguardo corriamo il rischio che si blocchi tutto perchè Meloni e Salvini non vogliono l'Europa ma i 'fili spinati'”.

Interessante anche l'intervento in streaming dell'onorevole Matteo Mauri, Commissario Provinciale del Partito Democratico di Caserta: “Noi siamo una coalizione dai valori forti che difende alcune idee e le trasforma in fatti concreti. Il tema dei diritti è centrale perchè più diritti e maggiore inclusione significano aver fatto cose giuste ed utili affinchè il Paese diventi più competitivo e più moderno”. L'onorevole ha proseguito spiegando: “Per il rapporto costruttivo creato con gli altri Paesi e per le scelte economiche adottate, la nostra coalizione è assolutamente la più credibile per rappresentare un futuro migliore per l'Italia. Questo il concetto fondamentale che stiamo diffondendo nell'interesse di tutti. La provincia di Caserta è una realtà importante che ha bisogno di essere guidata dal Pd e dal centrosinistra”. Poi il messaggio finale del commissario provinciale Mauri: “Saluto e rivolgo il più grosso in bocca al lupo ai candidati, agli amici di 'Articolo 1' che stanno combattendo questa battaglia con noi e ringrazio tutti coloro che si stanno adoperando per fare una cosa utile per il nostro Paese”. 

Successivamente la parola è passata agli aspiranti senatori e onorevoli. “A differenza degli altri partiti, tranne Fratelli d'Italia - a parlare è l'onorevole Stefano Graziano, capolista del Collegio plurinominale alla Camera dei Deputati - gli unici candidati che hanno avuto una grande rappresentanza territoriale sono i nostri. La provincia di Caserta deve ricevere ciò che in questi anni non ha avuto. Penso, ad esempio, alle nuove generazioni che hanno notevoli difficoltà ad affermarsi sul territorio e sono costrette ad andare via. Ma, a ragion veduta, 'Terra di Lavoro' vuole essere protagonista nel Paese perchè è la prima zona industriale del Mezzogiorno e perchè dispone sia di una importante filiera agro alimentare che di un prestigioso patrimonio storico-culturale-monumentale che devono essere maggiormente considerati a livello nazionale ed internazionale”.

“Non sono del territorio - spiega Susanna Camusso, impegnata nel listino plurinominale al Senato - ma durante la mia esperienza di segretario nazionale della Cgil sono stata molte volte qui e ho condotto tante battaglie. Credo che il Mezzogiorno e la provincia di Caserta, considerando la situazione attuale, abbiano bisogno di una rappresentanza forte che sia riconoscibile in tutto il resto dell'Italia”.

“Verso la fine luglio - attacca il presidente della Camera di Commercio di Caserta, Tommaso De Simone, candidato nell'uninominale al Senato di Caserta e Provincia - sono stato contattato dal Vice Presidente del Parlamento Europeo Pina Picierno e dall'onorevole Stefano Graziano, i quali mi hanno chiesto la disponibilità a candidarmi. Ci ho pensato un po' e poi ho deciso di accettare la loro proposta. Metto a disposizione della gente e della coalizione due cose: la conoscenza del territorio maturata dai 12 anni di Presidenza di Coldiretti e la competenza legata ad altrettanti anni di Presidenza della Camera di Commercio. Vedete, il nostro territorio è percepito male ma la realtà è diversa. Noi siamo la provincia che è cresciuta di più dopo l'emergenza sanitaria Covid. Inoltre, abbiamo prodotto performance importanti dal punto di visto economico e come società civile. Insomma ci stiamo spogliando di quell'abito cucito, in passato, da tantissima cattiva gente del territorio”.

“Chiudete gli occhi e pensate all'Italia che volete, dopodichè votare Pd sarà facilissimo - ha detto Vincenzo Santagata, candidato nel Collegio uninominale della Camera 'Aversa' -. Questo è il leit motiv della mia campagna elettorale. Ringrazio il Partito Democratico, coloro che lo compongono e i Sindaci dell'agro aversano che hanno voluto la mia candidatura. Sono una persona che si impegna tantissimo per il territorio e insieme ai miei colleghi ho combattutto tante battaglie in questi anni. Ci hanno etichettato come 'Terra dei Fuochi' noi che per secoli siamo stati conosciuti come 'Campania Felix', non è giusto anche se devo ammettere che ancora oggi siamo alle prese con sversamenti ed incendi di rifiuti. La mia prossima battaglia sarà quella di tutelare maggiormente il territorio e la salute dei cittadini di 'Terra di Lavoro'”.

“Sono emozionata ed orgogliosa di far parte del grande e storico Partito Democratico che non solo mi ha aperto le porte ma ha proposto alla sottoscritta la candidatura a queste importanti elezioni politiche - le parole di Liliana Trovato, candidata nel Collegio uninominale di 'Caserta' alla Camera dei Deputati -. I miei ideali corrispondono esattamente con quelli dei 'Dem'. Mi riferisco alla condivisione, alla solidarietà e allo stato di diritto che animano le mie giornate, essendo io un medico del territorio. Da oltre due decenni mi occupo di politica e sono stata la prima donna Consigliera Provinciale dopo 50 anni e la prima Consigliera per le Pari Opportunità. Voglio vincere per eliminare le disuguaglianze sul lavoro che ancora esistono e voglio vincere per dare man forte ai disabili”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, i candidati del centrosinistra si presentano: in 200 ad applaudire
CasertaNews è in caricamento