rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Attualità Alvignano

Elezioni ad Alvignano, De Rita: "Puntiamo su turismo lento e borgo"

Le proposte della candidata al consiglio comunale con il sindaco uscente

“Ci sarebbero tante opportunità in un solo obiettivo, quello di lavorare all'idea di realizzare un Albergo Diffuso a Marcianofreddo. Così facendo potremmo valorizzare le nostre eccellenze paesaggistiche ma anche enogastronomiche; creare opportunità di lavoro per i nostri giovani e soprattutto sottrarre un borgo di rara bellezza all'abbandono e allo spopolamento, coinvolgendo, inoltre, gli ospiti nella quotidianità della comunità”. Questa la proposta della candidata della lista “Noi con Voi” Enza De Rita che in questi giorni sta lavorando alacremente a sostegno delle idee della sua squadra e del sindaco uscente Angelo Marcucci.

Con il progetto di realizzare un Albergo Diffuso si andrebbe a sostenere il cosiddetto sistema di “ospitalità orizzontale”. Alla base del concetto di “Albergo Diffuso” c’è un’idea nata in Friuli Venezia Giulia, con l’intento di riqualificare il territorio di Carnia colpito dal terremoto del 1976. L’intento fu quello di mettere a disposizione di chiunque volesse soggiornare nella zona le case appena ripristinate dopo il terremoto. Un sistema che contestualizzato in questo periodo risulta particolarmente calzante, soprattutto perché le restrizioni dovute al Covid ci hanno fatto riscoprire il territorio nazionale, i piccoli borghi e il turismo lento. “Bisognerà, quindi, mettersi a lavoro sin da subito per intercettare fondi che possano finanziare idee progettuali in tal senso”. Propone De Rita.

Marcianofreddo è la piccola frazione di Alvignano, che dista circa 2 km dal centro abitato e che conta oggi una cinquantina di residenti. Un luogo magico e ricco di storia. “È un'oasi naturale dove poter passeggiare, fare picnic, gite nei boschi in compagnia degli asinelli, rilassarsi sotto un albero di ulivo degustando del vino locale, assaporando piatti tipici come: pancotto con fagioli, bruschetta con pomodori e olio del posto, prodotti caseari tipici delle masserie locali”. Si legge sul sito del FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano).

“Conservare queste perle rare è un dovere morale”, conclude De Rita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni ad Alvignano, De Rita: "Puntiamo su turismo lento e borgo"

CasertaNews è in caricamento