ELEZIONI L'ex vice sindaco sul ritiro: "Non c'erano le condizioni". E lancia un messaggio ai dimissionari

Il commiato di Ronza: "In bocca al lupo a tutti, tranne ai 4 scellerati che hanno messo fine all'amministrazione De Cristofaro"

L'ex vice sindaco Michele Ronza

“L’impegno assunto nell’autunno del 2015 con Enrico de Cristofaro e Tobia Ulisse (amici di sempre) di mettere in essere un progetto politico nell’interesse esclusivo della Città si è concluso con il ritiro dalla competizione elettorale dopo più di un mese di trattative estenuanti”. Lo afferma in una nota l’ex assessore Michele Ronza che però non entra nel merito dei motivi che hanno spinto lui e l’ex sindaco Enrico De Cristofaro a farsi da parte all’improvviso. “A nostro avviso - dice - non c’erano più le condizioni, quelle di politica vera, per andare avanti. Rendere note le motivazioni che ci hanno indotto a questa scelta in un momento in cui si va a decidere la vita politica futura della città potrebbe sembrare anacronistico e che comunque lascio il compito all’ex sindaco Enrico De Cristofaro”.

Ma Ronza vuole “solo ribadire che l’amministrazione de Cristofaro ha lavorato nell’esclusivo interesse della città e sfidiamo chiunque a dimostrare il contrario. Quattro scellerati hanno firmato le loro dimissioni, con altri componenti della minoranza e, di notte, senza alcun confronto politico hanno determinato di fatto la fine anticipata dell’amministrazione De Cristofaro. Enrico non è stato mai sfiduciato, questo lo si fa nella sede opportuna che è il Consiglio Comunale; ma alla luce del sole non avrebbero retto alcun confronto politico e solo nelle tenebre della notte hanno potuto dare il meglio di loro. Ne approfitto per chiedere loro quando vogliono spiegare ai cittadini perché lo hanno fatto, visto che leggo i loro nomi in varie liste; io sono pronto a qualsiasi incontro con la stampa e con i Cittadini. Basta indicarmi ora e giorno, io ci sarò”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sull’esperienza amministrativa aggiunge che “è stata una parentesi della mia vita  che ha arricchito il mio bagaglio culturale e professionale. Ho conosciuto tantissimi cittadini, professionisti, commercianti, imprenditori e politici. Grazie a tutti. Ritorno alla mia vita professionale di sempre e soprattutto voglio dedicare la maggior parte del tempo che avrò a disposizione alla mia famiglia che ringrazio e che, in questi tre anni, ho completamento messo in secondo piano”. E dopo un lungo elenco di progetti messi in cantiere, l’ex assessore non manca di lanciare una nuova stilettata ai consiglieri che si sono dimessi: “Auguro a tutti i candidati, tranne a quelli che hanno contribuito alla fine anticipata dell’amministrazione De Cristofaro, un “in bocca al lupo”. Spero che chi venga dopo di me prosegui nel duro lavoro da me fatto  nell’interesse della città e non della “politica”.  Io speriamo che me la cavo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse in Campania fino al 30 ottobre per il coronavirus

  • Coronavirus, 120 nuovi contagi ed un'altra vittima nel casertano

  • Nuovo record di contagi nel casertano: 135 casi in un giorno

  • Il Covid colpisce ancora: 187 nuovi positivi nel casertano

  • Doppiato il record di contagi: 284 casi e 2 decessi nel casertano

  • Sfondata quota 1000 casi in Campania: superato il ‘limite lockdown’ annunciato da De Luca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento