Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità Santa Maria Capua Vetere

Draghi accolto da cori e applausi dei detenuti al carcere di Santa Maria C.V.

Il premier insieme al ministro Cartabia in visita al penitenziario. Presidio lavoratori Whirpool all'esterno

Applausi dai detenuti all'arrivo del premier Mario Draghi e della ministra della Giustizia Marta Cartabia al carcere di Santa Maria Capua Vetere, teatro dei pestaggi del 6 aprile 2020 per i quali 52 agenti della polizia penitenziaria sono stati colpiti da misure cautelari. Il programma della visita prevede un'ispezione ai reparti assieme al garante nazionale dei detenuti Mauro Palma e al garante dei detenuti della Campania Samuele Ciambriello . Poi Draghi e Cartabia rilasceranno dichiarazioni.

Presidio lavoratori Whirpool fuori al carcere

Ad attendere il Presidente del Consiglio all'esterno della struttura penitenziaria c'erano gli operai della Whirpool, assiepati nel parcheggio antistante la casa circondariale "Francesco Uccella". Gli operai chiedono un incontro con il premier dopo la decisione della multinazionale americana di avviare la procedura di licenziamento collettivo per i lavoratori dello stabilimento di via Argine a Napoli.

All'arrivo applausi dai detenuti

Intorno alle 16,30 le auto blu sono giunte presso la casa circondariale. Applausi e urla "fuori fuori" e "Dragi, Draghi" da parte dei detenuti hanno accolto l'arrivo del presidente del Consiglio.  

Ciambriello: "Visita storica"

"Questa è una visita di alto valore simbolico. Un presidente del Consiglio e una ministra entrano in carcere per dire che la visione carcerocentrica è superata". Lo ha detto Samuele Ciambriello, garante dei detenuti della Campania, all'esterno del carcere di Santa Maria Capua Vetere. "A mia memoria - aggiunge - nessun presidente del Consiglio è mai venuto qui in Campania entrando in un carcere e non per fare il tifoso di una parte, ma per ascoltare". Questa mattina il garante ha incontrato i detenuti per dei colloqui e afferma che nel penitenziario il clima è oggi più sereno. "Oggi - prosegue - ci vuole un ministro costituzionalista, non un politicante di mestiere. Così è possibile ascoltare tutta la platea del sistema carcerario".

"Spero in una visita incisiva - afferma la garante di Caserta Emanuela Belcuore -, che si possa entrare nei reparti e parlare con i detenuti. Ma spesso manca la controparte, che è sempre quella più debole. Le famiglie non sono state invitate e sono qui fuori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Draghi accolto da cori e applausi dei detenuti al carcere di Santa Maria C.V.

CasertaNews è in caricamento