rotate-mobile
Attualità Marcianise

Don Giustino proclamato Santo: festa anche nel casertano

La 'Cecere' di Marcianise ancora guidata dalle sue 'vocazioniste'. Una delegazione della scuola a Roma per la canonizzazione

Festa anche a Marcianise per la canonizzazione di don Giustino Russolillo, il parroco di Pianura proclamato Santo da Papa Francesco e fondatore dell'ordine delle suore Vocazioniste che a Marcianise gestisce la scuola 'Cecere'. 

Un rapporto datato nel tempo. Don Giustino più volte è stato a Marcianise in quella che era una filiale importante del suo quartier generale a Pianura. "Stamattina a Roma c'era una rappresentanza anche della scuola Cecere a far festa per l'annuncio del Papa, a conclusione del processo di canonizzazione", fa sapere il sindaco di Marcianise Antonello Velardi. 

"Don Giustino, San Giustino, è stato un grande educatore prima ancora che un grande sacerdote - prosegue - E per Marcianise è motivo di orgoglio avere sul proprio territorio un centro educativo che tanto fa per i ragazzi e i giovani della città, grazie alle suore che, tra mille difficoltà, con ostinazione ed entusiasmo tengono aperta la scuola, rispettando la volontà di un grande devoto marcianisano, Gaetano Cecere.
Oggi per l'intera comunità è un giorno di festa". 

Il sacerdote resse la parrocchia di San Giorgio Marie, nel quartiere della periferia occidentale di Napoli, dal 1920 al 1925 e fondò gli ordini religiosi maschile e femminile dei Vocazionisti (1920; 1921). Era molto legato al fondatore de Santuario di Pompei, Bartolo Longo, e dedicò la vita, oltre che alla formazione dei ragazzi di famiglie disagiate alla ricerca di nuovi sacerdoti. Anche da Pianura, dove restano forti la sua memoria ed i segni della sua attività, centinaia di fedeli sono partiti per Roma ed hanno assistito alla cerimonia di canonizzazione. Don Giustino Russolillo morì il 2 agosto 1955.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Don Giustino proclamato Santo: festa anche nel casertano

CasertaNews è in caricamento