rotate-mobile
Attualità Maddaloni

Dopo 20 anni don Antonio lascia San Martino: "Mi sono sentito quasi orfano"

Il saluto commosso alla sua comunità durante l'ultima celebrazione. Il sacerdote si insedierà alla chiesa di San Ferdinando Re a San Leucio

Dopo 20 anni don Antonio Iazzetta saluta la comunità di San Martino Vescovo di Maddaloni. Un commiato commosso quello del parroco che domenica 9 ottobre si insedierà alla chiesa di San Ferdinando Re di San Leucio a Caserta.

"Quando sono arrivato in mezzo a voi, domenica 14 dicembre 2003, ero alquanto titubante e timoroso di intraprendere questo nuovo cammino di fede, dopo una mia prima esperienza pastorale, quale assistente religioso presso l’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, ma grazie all’aiuto di Dio ed alla vostra fattiva collaborazione, posso ritenere di aver dato quanto era nelle mie possibilità per migliorare la vita spirituale di questa meravigliosa Comunità parrocchiale di San Martino", ha detto dall'altare don Antonio nel corso della sua ultima celebrazione maddalonese.

Il sacerdote ha ricordato poi la sua attività pastorale, i risultati ottenuti e i volti incontrati durante la sua lunga permanenza a Maddaloni. "Non vi nascondo che lascio questa Comunità di San Martino con profonda tristezza e commozione perché, senza di voi, non avremmo realizzato quelle aspirazioni che mirano esclusivamente alla realizzazione dell’amore cristiano, della compartecipazione e della presenza del Signore in mezzo a noi. Quando il vescovo mi ha comunicato di lasciare la Parrocchia di San Martino in Maddaloni, mi sono sentito quasi orfano, ma nello spirito dell’obbedienza, ho dovuto accettare. A San Leucio, presso la nuova destinazione della Real Parrocchia di San Ferdinando Re, mi accompagnerà il ricordo indelebile di questa generosa e fervente Comunità di San Martino Vescovo. Vi porterò sempre nel mio cuore", ha concluso.

Al suo saluto, si unisce quello dell’intera comunità che ha assistito alla funzione. Tra questi anche l’ex sindaco di Maddaloni, Michele Farina, il quale nel corso del suo mandato da Primo cittadino ha lavorato in maniera sinergica con don Antonio in numerose attività a sostegno della collettività e per il bene di Maddaloni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 20 anni don Antonio lascia San Martino: "Mi sono sentito quasi orfano"

CasertaNews è in caricamento