Attualità Sparanise

Discarica nell'ex Pozzi, 'Spazio Cales' in pressing per la bonifica

L'affondo dopo due mesi dall'aggiudicazione dell'appalto per la caratterizzazione della discarica: "Non possiamo nè dobbiamo abbassare la guardia"

Dopo circa 6 anni dalla scoperta della discarica abusiva di rifiuti dell'ex Pozzi a Sparanise, qualcosa inizia a muoversi anche se con ritardo. Lo scorso mese di novembre è stata infatti aggiudicata da Invitalia la gara per la progettazione ed esecuzione del piano di caratterizzazione della discarica ex Pozzi. Si tratta di una fase preliminare, che consiste nella precisa individuazione delle tipologie di rifiuti presenti e della relativa pericolosità per l'ambiente e la salute. Solo dopo questa operazione sarà possibile stabilire correttamente tempi e modalità della bonifica vera e propria.

La gara è stata vinta da un'associazione temporanea di imprese (ATI) composta da quattro diverse società, che sono: la Hydrolab srl di Ferrandina, la Hpc Italia srl di Milano, la Prospezioni Laboratorio Prove srl di Baronissi (SA) e la Solgeotek srl di Santa Maria Capua Vetere. "Una notizia importante, un primo passo verso la reale bonifica di un disastro ambientale, che da anni affligge il nostro territorio e per il quale da anni si battono movimenti e comitati - commenta in una nota l'associazione 'Spazio Cales' - Ovviamente non possiamo nè dobbiamo abbassare la guardia, visto il continuo attacco che subiamo con nuovi impianti che si presentano ovunque ai quali si è aggiunta, di recente, la richiesta di raddoppiare le dimensioni della centrale turbogas di Calenia Energia. Occorre vigilare su queste operazioni per assicurarsi rapidità e trasparenza. Ogni secondo che passa prolunga l'avvelenamento della nostra terra e della nostra vita e non lo possiamo consentire".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica nell'ex Pozzi, 'Spazio Cales' in pressing per la bonifica

CasertaNews è in caricamento