Martedì, 19 Ottobre 2021
Attualità Aversa

Tribunale in tilt, lettera al ministro: “Venga ad Aversa”

Il presidente della Camera Penale scrive al guardasigilli Marta Cartabia

Disagi al Tribunale di Napoli Nord: il presidente della Camera Penale scrive al ministro della Giustizia Marta Cartabia. Speranze disattese e criticità organiche e strutturali che attendono da anni soluzioni hanno portato l'avvocato Felice Belluomo, presidente della Camera Penale di Napoli Nord, ad interpellare il neo guardasigilli. Un appello a constatare dal vivo gli innumerevoli disagi riscontrati dagli operatori del diritto.

"Dal 2013 anno della sua istituzione, mai nessun ministro della Giustizia è venuto ad Aversa nella sede giudiziaria del Tribunale di Napoli Nord per un confronto con l'Avvocatura ed in particolare con gli avvocati penalisti. Lo faccia lei per la prima volta e ne saremo profondamente onorati - spiega in una missiva il presidente Belluomo - Venga a constatare dal vivo come operiamo, dove operiamo, gli spazi messi a disposizione dell'Avvocatura e della Magistratura, le risorse di personale, l'assenza di una casa circondariale di riferimento (pur essendovi un carcere a pochi passi dal Tribunale), l'assenza di aule e spazi. La accoglieremo non con animo sterilmente critico ma con la voglia di confrontarci e trovare insieme delle soluzioni possibili e praticabili".

Amare riflessioni quelle a cui è sottoposta la Camera Penale di Napoli Nord dinanzi ad udienze che si svolgono in aule di pochi metri quadrati in un edificio che, seppur di forte impatto storico-artistico, non è funzionale all'esercizio dell'attività giurisdizionale come sottolineato dai penalisti di Napoli Nord. Vana poi è l'esistenza di un aulario in cui campeggia un cartello dal 2013 con il relativo impegno di spesa ma mai venuto alla luce. Carente è la situazione degli uffici giudiziari, giacché il Tribunale di Napoli Nord non ha una propria Corte d'Assise, non ha un proprio Ufficio di Sorveglianza, non ha una Sezione Specializzata di Riesame Reale.

Ulteriori mancanze si riscontrano nella pianta organica. Su 86 magistrati previsti ne risultano effettivi 75 così i funzionari giudiziari, operativi solo 23 su 38. Sulla previsione di 175 unità di personale solo 145 sono attive e molte in distacco ad altre sedi. Un'insofferenza del meccanismo della Giustizia che non accenna a trovare alcuna soddisfacente risposta. Bistrattati nel loro ruolo di penalisti su più fronti, non solo quello comprensoriale, i legali di Napoli Nord hanno aderito all'astensione alle udienze e da ogni attività giudiziaria nel settore penale per i giorni 29, 30 e 31 marzo 2021. Una protesta unanime indetta dall'Unione delle Camere Penali Italiane per i farraginosi e deplorevoli meccanismi della Giustizia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tribunale in tilt, lettera al ministro: “Venga ad Aversa”

CasertaNews è in caricamento