menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi Di Lorenzo, Vincenzo Golini e Francesco Imperadore

Luigi Di Lorenzo, Vincenzo Golini e Francesco Imperadore

Giudice di pace, corsa contro il tempo per trovare 2 dipendenti

Il consigliere Golini è riuscito a trovare un funzionario della Provincia disponibile al trasferimento, ma serve il nulla osta di Magliocca e l'autorizzazione del Tribunale

E' corsa contro il tempo per la sostituzione dei due dipendenti dell’ufficio del giudice di pace di Piedimonte Matese. La deadline è fissata al 1° luglio 2020, quando l’unica dipendente rimasta ancora in servizio andrà in pensione.

Al bando promosso grazie all’interessamento dell’assessore regionale Sonia Palmeri, che è riuscita a farsi autorizzare dal Tribunale la proposta che avrebbe visto un dipendente della Regione Campania trasferirsi appunto nell’ufficio del giudice di pace, nessuno ha partecipato. Per cui l’amministrazione comunale di Piedimonte Matese, guidata dal sindaco Luigi Di Lorenzo, ha subito interessato i consiglieri provinciali matesini per provare a risolvere la delicata questione.

A tal proposito si è svolto martedì scorso l’incontro in Comune alla presenza anche dei comuni di Gioia Sannitica (sindaco Giuseppe Gaetano), Fontegreca (sindaco Stefano Cambio), Castello del Matese (sindaco Antonio Montone), San Potito Sannitico (sindaco Francesco Imperadore), Valle Agricola (sindaco Rocco Landi) e Gallo Matese (sindaco Antonella Delli Carpini). Un vertice che alla fine si è rivelato proficuo, grazie al consigliere comunale di Valle Agricola, nonché consigliere provinciale Vincenzo Golini, il quale è riuscito a trovare un dipendente provinciale ufficialmente disponibile a trasferirsi nell’ufficio del giudice di pace di Piedimonte Matese. Ora però bisognerà attendere il nulla osta del presidente della Provincia, Giorgio Magliocca, ma soprattutto l’autorizzazione da parte del Tribunale.

Intanto il Comune di Piedimonte ha proposto due soluzioni utili, qualora non arrivasse l’autorizzazione del Tribunale, che riguardano l’utilizzo di un pensionato statale con contratto annuale e il supporto specifico di un’agenzia servizi abilitata.

“Esiste una normativa che prevede da qualche anno conferisce a qualsiasi amministrazione la possibilità di assumere a titolo gratuito gli ex dipendenti, funzionari della pubblica amministrazione, per un solo anno – ha dichiarato il sindaco Luigi Di Lorenzo – Quindi si tratterebbe di reintegrarli ufficialmente come dipendenti a tutti gli effetti per soli 12 mesi. In più, sempre per tamponare, si potrebbe acquistare sul Mepa una ditta di supporto”. Fra due settimane si svolgerà un nuovo incontro sulla questione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento