rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Attualità Casal di Principe

Natale si dimette e attacca la Procura: "Una parte dello Stato in cui è difficile riconoscersi"

Il sindaco annuncia le dimissioni in conferenza stampa: "Ma non è una resa, è uno strumento di lotta. Andrò fino a Roma"

Il sindaco di Casal di Principe si dimette dal proprio incarico di 'guida' della comunità. Renato Natale ha protocollato stamattina il suo 'saluto' al Municipio ed ha spiegato le motivazioni in conferenza stampa nella sala consiliare.

Il tema affrontato è quello che riguarda l'abbattimento della casa abusiva della famiglia Stabile che ci sarà domani mattina (2 settembre) così come ordinato dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. Il primo cittadino aveva chiesto una proroga all'abbattimento di 100 giorni, ma non per fermare la demolizione bensì per trovare una sistemazione adeguata alla famiglia (marito, moglie e due bambini) che si ritroveranno per strada. La Procura ha negato questo aiuto e quindi Natale ha spiegato tutta la sua rabbia sottolineando che "di certo non mi fermerò, andrò a Roma per far valere le nostre ragioni. E' una battaglia che è appena all'inizio".

Le dimissioni non sono assolutamente "una resa bensì uno strumento di lotta. E' un modo per dare anche forza alla mia storia: da sempre ho difeso i più deboli contro ogni forma di repressione. In passato ho lottato contro ben altre oppressioni, molto più pericolose. E adesso di certo non mi fermerò". Ma chiude con una amara osservazione: "Questa è una parte della Stato in cui è veramente difficile riconoscersi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale si dimette e attacca la Procura: "Una parte dello Stato in cui è difficile riconoscersi"

CasertaNews è in caricamento