rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Attualità Teverola

Si dimette il “dirigente della discordia”

L'architetto Botti ha lasciato il Municipio, il sindaco Barbato: "Ha concluso il suo mandato"

Si è dimesso l'architetto della 'discordia' a Teverola. E’ durata precisamente 3 mesi l’avventura dell’architetto Nicolino Botti al Comune di Teverola. Era infatti il 16 settembre quando il sindaco Tommaso Barbato (nella foto) scelse il nuovo dirigente per quella che in pratica fu una decisione che spaccò la maggioranza. Il primo cittadino firmò il decreto col quale affidò l’incarico di responsabile dell’area tecnica a Botti, vecchia conoscenza di Teverola in quanto nel 2012 era stato indicato per la redazione del Puc dell’allora amministrazione di Biagio Lusini. Il tecnico ha protocollato le proprie dimissioni in Municipio ringraziando il primo cittadino per la fiducia e proponendo - in allegato al provvedimento di dimissioni - un fascicolo di ben 3 pagine con il quale ha praticamente definito il suo lavoro in questi 90 giorni nel Municipio teverolese. Botti in pratica ha parlato di dimissioni per “motivi personali” ma a quanto pare - e secondo quanto riferito dal sindaco - avrebbe di fatto concluso il suo mandato, o comunque avrebbe risolto i problemi legati a tre mega progetti dell’amministrazione comunale targata Barbato (Puc, cimitero e parco urbano). E’ proprio il sindaco a cercare di fare un po’ di chiarezza: “Botti mi ha ringraziato e ci siamo salutati cordialmente, non c’è stato e non ci sarà mai alcuno screzio tra di noi. Un grande professionista che si è messo a disposizione dell’Ente - a titolo completamente gratuito - per una precisa richiesta del sottoscritto. Adesso siamo già operativi per la scelta del sostituto che sarà annunciato a strettissimo giro. Abbiamo delle scadenze in vista del prossimo 31 dicembre”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si dimette il “dirigente della discordia”

CasertaNews è in caricamento