Assessori dimessi, Esposito: "Hanno tentato il golpe in piena emergenza Covid"

La consigliera comunale si scaglia contro Caiazzo e Ucciero: "Un atteggiamento vigliacco e finalizzato esclusivamente alla creazione di nuovi assetti politici in vista delle prossime elezioni"

La consigliera comunale Nicole Esposito

"Tentato golpe per mandare a casa l'amministrazione comunale di Villa Literno in piena emergenza coronavirus". Lo definisce così la consigliera comunale Nicole Esposito il voto contrario al bilancio di previsione dei due ex assessori Arturo Caiazzo e Raffaella Ucciero (espressione del gruppo di Italia Viva), dimessisi dopo il consiglio comunale di venerdì scorso. L’operazione, tuttavia, non è riuscita in quanto il bilancio è stato approvato con 9 voti favorevoli e 8 contrari: decisivo è stato il voto del sindaco Nicola Tamburrino e del neo assessore alla Sanità Tammaro Diana.

"Quello dei due ex assessori Caiazzo e Ucciero è stato un atteggiamento vigliacco e finalizzato esclusivamente alla creazione di nuovi assetti politici in vista delle elezioni comunali del prossimo anno - ha dichiarato la consigliera Nicole Esposito - E risulta essere ancora più grave data l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo. In questi mesi abbiamo sperimentato l’importanza di avere un’amministrazione presente e attiva sul territorio comunale, in modo da essere un punto di riferimento per tutta la comunità. È dalla scorsa primavera, infatti che gli amministratori e la società civile hanno intrapreso una serie di iniziative a tutela della popolazione, prima tra tutte la creazione di un ufficio Coc per coordinare la rete di medici di famiglia, in modo da ritracciare in maniera celere ed efficace i contatti dei cittadini positivi al Covid. Abbiamo fornito in questi mesi, e stiamo ancora fornendo, assistenza a tutti i cittadini che hanno avuto difficoltà nell’approvvigionamento di farmaci ed ossigeno, aiutandoli nelle procedure di comunicazione con gli organi sanitari preposti, fornendo assistenza ai positivi in maniera rispettosa e compensando i fabbisogni dal punto di vista sanitario e materiale".

A tutto ciò si aggiunge un’ulteriore questione. "Il prossimo 24 novembre sarà il termine ultimo per la predisposizione degli atti finalizzati alla stabilizzazione di 103 lavoratori socialmente utili che avrebbero rischiato, se l’amministrazione comunale fosse stata sciolta, di rimanere in una situazione di precariato - ha spiegato Nicole Esposito - Fortunatamente, grazie al grande senso di responsabilità dell'assessore Tommaso Diana, la nuova maggioranza è riuscita ad evitare questo spiacevole epilogo e, ciò nonostante, augura un roseo futuro politico ai due assessori uscenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Caserta perde un pezzo di storia, "Dischi Sgueglia" chiude dopo 65 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento