rotate-mobile
Attualità

Tensione in maggioranza, l’assessore Corvino valuta le dimissioni

Oggi la delegata (sconfessata da Pd e sindaco sul dimensionamento scolastico) torna a Caserta. Russo (Campania Libera): “Non si lavora contro un esponente della giunta”

La tensione in maggioranza non accenna a placarsi. La decisione del sindaco di Caserta Carlo Marino di portare in giunta la modifica della delibera del piano di dimensionamento scolastico, dopo il forte pressing del gruppo consiliare del Partito democratico, ha lasciato strascichi. 

L’assessore Mirella Corvino, delegata alla Pubblica istruzione, non ha votato la delibera essendo contraria a quelle modifiche ed anche perché la riunione è stata convocata quando era partita per l'estero per andare a trovare la figlia.

IL NUOVO PIANO SCUOLE: IL COMUNE SMENTISCE SE STESSO

Del resto, la Corvino aveva difeso strenuamente la prima delibera approvata (così come lo stesso sindaco Marino) e si è ritrovata sconfessata completamente dalle modifiche apportate. 

Oggi è atteso il suo ritorno a Caserta e da stamattina si rimbalzano notizie tra i consiglieri di maggioranza sulle sue possibile dimissioni dalla giunta. Sarebbe la seconda volta che la Corvino si dimette dalla giunta: era già accaduto nel gennaio 2018, ma in quel caso rientrarono dopo pochi giorni.

Su quanto accaduto ha voluto esprimere il suo pensiero anche il consigliere comunale di Campania Libera Mario Russo. “Capisco la delusione della Corvino - afferma - e ritengo che sia sbagliato il metodo utilizzato nei suoi confronti. Non credo che si possa lavorare contro un assessore della maggioranza se si vuole fare realmente squadra”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensione in maggioranza, l’assessore Corvino valuta le dimissioni

CasertaNews è in caricamento