rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità

Si dimette l'assessore al Bilancio: è il terzo addio in pochi mesi

Il sindaco perde un elemento prezioso della sua giunta: non sarà facile trovare un sostituto

Non è sicuramente un periodo facile per il sindaco di Trentola Ducenta Michele Apicella. Una fantomatica associazione della ‘legalità’ che si nasconde dietro l’anonimato sta continuando a fare ‘danni’ anche psicologicamente ad una amministrazione che sta provando a far ripartire Trentola Ducenta. Ma i problemi sono davvero tanti e giorno dopo giorno se ne aggiungono sempre altri. L’ultima grana per il sindaco è rappresentata dalle dimissioni dell’assessore delegato al Bilancio, la dottoressa Giovanna Andreozzi, che ha deciso di lasciare la giunta per “motivi personali”.

Si attende adesso la nota ufficiale della dirigente della Corte dei Conti per capire magari tra le righe se ci siano stati altri problemi nell’affrontare questa avventura politica al fianco del sindaco Apicella. C’è una certezza: ad oggi le casse comunali piangono sempre di più e ci sono difficoltà enormi anche a portare avanti la macchina amministrativa. Le dimissioni della Andreozzi arrivano in un momento delicatissimo perché il primo cittadino aveva deciso di affidare ad una super esperta i conti dell’Ente ma adesso si ritrova senza una delegata al Bilancio e senza, probabilmente, sostituti all’altezza nella sua maggioranza o tra i professionisti di Trentola Ducenta. Staremo a vedere cosa succederà nei prossimi giorni.

Un altro elemento da non sottovalutare è che si tratta del terzo assessore che lascia il Municipio in questi primi mesi di consiliatura del sindaco Apicella. Fino ad oggi avevano lasciato, sempre per motivi personali, i due delegati ai Lavori pubblici. A dimostrazione che non è tutto oro ciò che luccica.

Sulla questione è intervenuto anche il sindaco Michele Apicella: "Mi preme, prima di ogni altra considerazione, ringraziare ancora la dottoressa che ha offerto un contributo qualificato ed attento. Come maggioranza non siamo certo contenti che abbia lasciato l’incarico, ma rispettiamo la sua volontà.
Certamente il compito a cui ha assolto Andreozzi non è stato semplice per una serie di motivi: la prima difficoltà che ci siamo trovati ad affrontare è stata la gestione dell’emergenza Covid che ha generato difficoltà di ogni genere che, comunque, hanno molto rallentato la macchina comunale; primo tra tutti la situazione di bilancio ed economica finanziaria che, all’indomani della nostra elezione, abbiamo ereditato da gestioni sia commissariali che politiche; una carenza numerica del personale dipendente che si aggira intorno al 70-80% e che determina dunque un organico di molto inferiore al previsto; la tempistica a nostra disposizione è stata, finora, estremamente limitata per lo studio e la risoluzione delle problematiche in questione; la non possibilità di riorganizzare la macchina comunale nel breve tempo trascorso che ha generato da parte dell’Assessore la presentazione di raccomandazioni e chiarimenti ai responsabili degli Uffici comunali che, oberati e non pronti, non hanno generato risposte adeguate alle richieste della dottoressa Andreozzi stessa, ma che hanno continuato ad operare sulla scia di quanto già fatto nelle ultime gestioni commissariali, sempre nel rispetto di norme e disposizioni. L’alternativa a tale incresciosa situazione sarebbe stata la totale paralisi della macchina comunale, che come già detto e ribadisco, sta funzionando con un organico molto ridotto per funzioni ed unità lavorative; certamente con più tempo e più personale a disposizione avremmo accorciato le attese della dottoressa Andreozzi che, comunque, ripeto si è prodigata al meglio in tutto ciò che ha fatto".

"Auspichiamo che, anche senza il preciso mandato di funzione, la dottoressa Andreozzi, con la sua alta professionalità e profonda conoscenza della materia, potrà ben consigliarci e non mancherà di indirizzare e consigliare questa Amministrazione con l’intento di sanare, per quanto possibile, la complessa situazione del disavanzo comunale e del risanamento delle finanze. In conclusione è sicuramente intenzione dell’Amministrazione adottare tutte ed ogni strategia per perseguire le finalità innanzi descritte. Con questi intenti, sono certo, che non mancherà il confronto sincero e leale con i gruppi di opposizione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si dimette l'assessore al Bilancio: è il terzo addio in pochi mesi

CasertaNews è in caricamento