Dieci giorni di digiuno ‘anti Salvini’: ecco chi ha aderito

Adesioni da Caserta alla manifestazione di protesta

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini

Uno sciopero della fame per protestare contro le politiche migratorie avviate dal Ministro dell’Interno leghista Matteo Salvini. L’iniziativa è partita da padre Alex Zanotelli ed ha visto l’immediata adesione del vescovo emerito di Caserta Raffaele Nogaro, di suor Rita Giarretta della casa di Ruth di Caserta, don Alessandro Santoro a nome della Comunità delle Piagge di Firenze e Padre Giorgio Ghezzi.

La protesta inizierà alle ore 12 di martedì a Roma: il ritrovo è previsto in in piazza San Pietro per una giornata di digiuno. Da lì si proseguirà verso Montecitorio per testimoniare con il digiuno contro le politiche migratorie di questo governo. E gli aderenti continueranno a digiunare per altri 10 giorni con un presidio davanti a Montecitorio dalle ore 8 alle 14.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

Torna su
CasertaNews è in caricamento