menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Diffida arrivata in Comune, scatta il count-down: Golia sindaco fino a Natale

Ci sarebbero i tempi per modificare la delibera e riportarla in aula. Ma la strada appare difficile, se non impossibile

E’ arrivata a tempi di record la diffida da parte del prefetto di Caserta Raffaele Ruberto al Comune di Aversa dopo la bocciatura della delibera di salvaguardia degli equilibri di bilancio che, di fatto, ha segnato la fine dell’amministrazione comunale guidata da Alfonso Golia. L’atto del prefetto permetterebbe al sindaco di riconvocare il consiglio comunale per mettere nuovamente in votazione la delibera, ma difficilmente ciò accadrà, anche perché la rottura (politica) è ormai palese. Nelle ore immediatamente successive al consiglio comunale, si è vociferato di una possibile riapertura del dialogo con alcuni consiglieri, ma il lavoro appare difficile considerando che dovrebbero essere recuperati almeno 3 consiglieri per riuscire a ribaltare il voto già espresso dall’aula. Comunque Golia (che martedì ha fatto capire di essere pronto per un’altra campagna elettorale) resterà sindaco almeno fino al 22 dicembre, a pochi giorni da Natale, quando, scaduti i 20 giorni concessi dalla diffida, il prefetto provvederà a nominare un commissario che dovrà guidare l’ente fino alle prossime elezioni amministrative in primavera.

Golia non si ferma e riunisce la giunta

In attesa della fine 'ufficiale' della sua legislatura, la squadra del sindaco Golia continua a lavorare. Martedì ha riunito la giunta ed ha approvato diverse delibere: "Abbiamo siglato una convenzione con la Polizia di Stato per la messa in campo di azioni condivise per la sicurezza della città a cominciare dall'impianto di videosorveglianza - ha spiegato Golia - La polizia avrà accesso diretto alle immagini della rete comunale, per il cui potenziamento speriamo arrivino i fondi che qualche mese fa abbiamo chiesto al ministero dell'interno. Noi appena insediati abbiamo rimesso in funzione tante telecamere, altre ancora sono da sistemare perché lasciate li a marcire per anni e anni e c'è bisogno di fondi. Questo era solo il primo step di un progetto più ampio perché l'accordo va esteso anche alle altre forze dell'ordine. Non meno importante la devoluzione dei mutui che permetterà di riqualificare Piazza Marconi e risistemare tante strade colabrodo. Nei giorni scorsi abbiamo rinnovato il progetto per dare un tetto ai senza fissa dimora. Nessuno deve rimanere indietro lo abbiamo detto e lo abbiamo fatto dal primo giorno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento