rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità Lusciano

I rifiuti restano a terra, il sindaco "punisce" la ditta

Al terzo giorno di problemi scatta la linea dura

Il Comune di Lusciano diffida la Dhi, la società che si occupa della raccolta dei rifiuti. Sono stati infatti rilevati dei disservizi sullo spazzamento, così come sulla distribuzione dei kit per la differenziata e nella raccolta dei rifiuti. E sono scattate anche le sanzioni economiche col Comune guidato dal sindaco Nicola Esposito che decurterà dei soldi dal canone mensile.

Nella giornata di oggi (17 luglio) infatti non è stato effettuato il servizio di spazzamento automatizzato e se questo non dovesse riprendere entro 24 ore dalla diffida scatterà una multa di mille euro. Per quanto riguarda invece il kit per la differenziata dal Comune fanno notare che “ci sono assenze continue dell’operatrice autorizzata a rilasciare i kit o mancano proprio del tutto i kit”.

Se questo dovesse ripetersi anche nei prossimi giorni scatterà una multa di 4mila euro che sarà decurtata dal canone mensile. E visto che il 13 e 14 luglio la raccolta di carta e cartoni non è stata effettuata è scattata immediatamente la sanzione di mille euro.

L’assessore delegato al ramo, Luciano Mariniello, fa sapere appunto che “il disservizio non è dato da un volere della amministrazione ma da una inadempienza contrattuale da parte della ditta che provvede alla raccolta. Di fatti, l’unica cosa possibile per tutelare la collettività è stata quella di diffidare la ditta. Un popolo che vuole essere ascoltato deve saper ascoltare. Sarà nostra premura cercare di risolvere la questione quanto prima”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I rifiuti restano a terra, il sindaco "punisce" la ditta

CasertaNews è in caricamento