Martedì, 15 Giugno 2021
Attualità

Incubo puzza dallo Stir in estate. "Ci sono Comuni che possono bypassare l'impianto ed andare all'inceneritore"

La richiesta del comitato "Ambiente, Rifiuti e Sostenibilità Urbana" a sindaco e governatore

Raffaele Aveta

Il comitato "Ambiente, Rifiuti e Sostenibilità Urbana", istituito dalle associazioni e dai gruppi politici guidati dal candidato sindaco Raffaele Aveta, ha individuato una possibile via d'uscita all'emergenza miasmi provenienti dallo STIR di Santa Maria Capua Vetere, fenomeno che si acuisce con l'approssimarsi dell'estate.

In pratica tutti i Comuni che hanno già raggiunto livelli di differenziata tali da soddisfare i requisiti previsti dal decreto legislativo 121 del 2020 "possono bypassare l’impianto sammaritano di trattamento rifiuti, conferendo direttamente presso l’inceneritore. Applicando questa norma, si possono ridurre da subito i rifiuti da trattare presso lo STIR, diminuendo i miasmi e i possibili rischi incendio. Chiaramente man mano che aumenteranno i Comuni capaci di soddisfare i requisiti di qualità e quantità di differenziata verrà meno progressivamente l'utilizzo dello STIR" si nelle nella nota.

Dai dati Ispra pubblicati si riscontra che, applicando il D. Lgs. 121/2020, si potrebbe ridurre del 30% il numero di camion/compattatori che sverseranno nell'impianto STIR di Santa Maria Capua Vetere, così favorendo anche la riduzione dell'inquinamento dell'aria dovuto ai gas di scarico. "Facciamo appello al sindaco Mirra e al Presidente della Regione Campania De Luca affinché si attivino urgentemente per recepire la norma dettata dal D. Lgs 121/2020, che da quasi un anno attende di essere applicata".

“Il nostro primo impegno, una volta al governo della città - hanno dichiarato i tecnici del comitato ambiente, rifiuti e sostenibilità urbana - sarà quello di ridurre con qualsiasi azione la quantità dei rifiuti conferiti nello STIR. Affameremo il mostro sammaritano in attesa di una sua definitiva delocalizzazione o riconversione. Purtroppo ad oggi, neppure il comune di Santa Maria Capua Vetere può dare il buon esempio e conferire direttamente all’inceneritore, non avendo raggiunto il livello di raccolta differenziata previsto dalla legge per il conferimento diretto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incubo puzza dallo Stir in estate. "Ci sono Comuni che possono bypassare l'impianto ed andare all'inceneritore"

CasertaNews è in caricamento