Clamoroso ad Orta di Atella: tre immobili non demoliti passano nelle mani del Comune

L'inottemperanza alla demolizione ha portato alla perdita del possesso di due immobili e di un capannone ad altrettanti proprietari

Clamoroso ad Orta di Atella: non rispettano le ordinanze e non demoliscono i manufatti abusivi, il Comune si appropria dei loro beni. E' questo quello che è accaduto ad un 75enne residente a Frattaminore proprietario di un immobile ad Orta di Atella; a due persone residenti a Crispano ma con un capannone ad Orta di Atella e a due cittadini nati a Frattaminore ma residenti a Orta di Atella.

In pratica in seguito alla mancata ottemperanza all'ingiunzione a demolire gli abusi, in seguito a sentenza di un giudice, il Comune di Orta di Atella diventa 'proprietario' dell'area di sedime delle opere abusive, praticamente dell'area dove è stato commesso l'abuso. Qui stiamo parlando di fatti che fanno riferimento agli anni dal 1998 a seguire, quindi praticamente più di 20 anni fa. 

La sentenza più 'vecchia' è proprio quella dei due residenti di Orta di Atella che nel 1999 furono condannati alla demolizione di un abuso, cioè di un muro di recinzione intorno al loro immobile costruito nel 1984 e poi tutta l'abitazione di circa 140 mq in via Fanzago. Tutto abusivo: la demolizione non c'è mai stata e quindi questo immobile passa nella disponibilità del Comune. In pratica chi l'ha costruito non è più proprietario.
Stesso dicasi per le due persone residenti a Crispano condannati nel 2005 alla demolizione di un capannone di 10,50 metri per 8,50, quindi di quasi 90 mq in località Giardino Ciardulli, via Viggiano. La demolizione non c'è mai stata e quindi il capannone passa nei registri immobiliari del Comune. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ed infine la condanna più 'recente' che fa riferimento a 12 anni nei confronti di un residente di Frattaminore, proprietario di un immobile abusivo in via Vicciola che passa ora nella disponibilità dell'Ente per l'inottemperanza all'ingiunzione a demolire. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinto un milione di euro nel casertano

  • Zona rossa, nuova ordinanza del sindaco: "Vietato circolare in auto ed a piedi nella zona urbana"

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • Avvocato multato per aver violato la "zona rossa"

  • Caserta piange altre 4 vittime ricoverate col coronavirus. Balzo dei contagi: altri 430 positivi

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento