rotate-mobile
Attualità Santa Maria Capua Vetere

Legale Navalny arrestato, la solidarietà degli avvocati di Santa Maria Capua Vetere fa il giro d'Italia

La delibera del Coa presieduto da Angela Del Vecchio viene condivisa dai colleghi di Firenze e Bologna. Appello a tutti i Fori del Paese

L'ordine degli avvocati del Foro di Santa Maria Capua Vetere fa scuola in Italia. La delibera, approvata il primo marzo, con cui l'organo di rappresentanza forense ha espresso la propria solidarietà a Vasily Dubkov, l'avvocato dell'oppositore di Putin, Alexei Navalny, arrestato a fine febbraio. 

Nella delibera, i consiglieri del Foro, avevano ribadito la "viva preoccupazione per la situazione in atto e per la compressione dei diritti" invitando "tutte le autorità nazionali ed internazionali, le rappresentanze forensi, istituzionali e politiche a vigilare sul rispetto dei principi fondamentali relativi al ruolo e alla funzione difensiva dell'avvocato". Il documento sottoscritto dalle toghe sammaritane sta facendo il giro d'Italia ed è stato già condiviso da altri ordini forensi, tra cui quelli di Bologna e Firenze. 

"Ringrazio sentitamente a nome mio e del Coa di Santa Maria Capua Vetere gli ordini di Firenze e Bologna per aver condiviso la nostra delibera di solidarietà nei confronti dell’Avv. Vasily Dubkov, legale di Navalny arrestato per aver chiesto la restituzione della salma alla famiglia di Navalny - dichiara la presidente Angela Del Vecchio - Rivolgo invito a tutti gli Ordini forensi d’Italia a sensibilizzare sempre più tutte le istituzioni contro ogni forma di discriminazione e lesione all’esercizio del diritto di difesa. Lieta di una condivisione, che non si registrava da anni nel nostro Foro, segno tangibile di un’unità di intenti in un consiglio, in cui lavorare per la classe forense ed a tutela della stessa e’ un obiettivo comune. Ringrazio tutti i Consiglieri per il lavoro giornaliero, che svolgono in favore di tutti gli iscritti e a tutela della dignità e libertà della professione", conclude.

"Erano anni che le nostre delibere non venivano condivise e questo è il segno tangibile che il nostro Foro non è secondo a nessuno in Italia - aggiunge il consigliere segretario Paolo Falco - Massima solidarietà al collega russo. La difesa è un diritto inviolabile. Un privilegio averla sottoscritta insieme al Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere. Un privilegio appartenere a questo glorioso ordine", conclude.

L'avvocato penalista Paolo Falco

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legale Navalny arrestato, la solidarietà degli avvocati di Santa Maria Capua Vetere fa il giro d'Italia

CasertaNews è in caricamento