Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

"Scuole nel degrado e pericoli in ogni angolo". Pd in pressing sul sindaco | FOTO

Il consigliere comunale di opposizione al primo cittadino: "Lavori annunciati in pompa magna e mai terminati"

"Bagni sporchi, finestre non a norma e troppi pericoli". E' questa la denuncia del consigliere comunale di opposizione, Giuseppe D'Alterio, circa le condizioni delle scuole comunali di Parete. L'esponente del Partito democratico ha inviato una missiva al sindaco Gino Pellegrino, alla dirigente scolastica, all'assessore alla pubblica istruzione e al responsabile dell'area tecnica, nella quale fa il punto della situazione circa le scuole.

In via Forno "ci sono servizi igienici sporchi, gradini pericolosi e rubinetteria vecchia e arruginita". Ma non finisce qua perché ci sono "finestre non a norman con spigoli vivi, pericolosissime, ma anche un deposito fatiscente alla base delle scuole, facilmente accessibile ai bambini. E rifiuti e scarti in alcuni angoli del cortile. E quindi anche cornicione e intonaci pericolanti".

Mentre per l'ex istituto delle Suore della Riparazione se "le nuove aule sono grandi e ben soleggiate con i banchetti ben posizionati" c'è da dire che "le aule al piano terra presentano gravi problemi con la tramezzatura sottile e parziale che non permette le normali lezioni, nonostante il sindaco abbia promesso di concludere i lavori di insonorizzazione entro dicembre 2019". 

D'Alterio poi ha sottolineato che "i bambini, i genitori, i cittadini di Parete hanno aspettato 3 anni per avere una scuola più sicura e più bella. E' stato annunciato in pompa magna sui social che i lavori erano finiti e che i bambini potevano tornare nella propria scuola più sicura e più bella. Tutto falso, i bambini continuano a fare scuola in strutture non adeguate e pericolose, così come ho evidenziato, in una relazione che ho inviato via Pec in seguito ad un mio sopralluogo sui plessi scolastici del nostro Comune. Ovviamente non ho ricevuto nessuna risposta, ma la cosa grave è che non è stato fatto nulla per risolvere i problemi evidenziati".

"Un buon Sindaco avrebbe subito riaperto la scuola e permesso ai bambini di fare didattica in presenza (finalmente) in un ambiente sano e non pericoloso. La scuola ancora oggi non è utilizzata e addirittura l'hai proposta come sede per un punto vaccinale. Possibile che non ti rendi conto dei disagi che stanno vivendo i bambini e i loro maestri? Possibile che non c'era un'altra struttura da proporre? In tutta Italia vengono individuate: farmacie, studi medici, sedi di cooperative, luoghi di lavoro, e tu cosa fai, proponi la scuola dei nostri bambini? E se le vaccinazioni continueranno anche dopo settembre, cosa accadrà ai nostri bambini? Perché non hai proposto la tendostruttura presente nel Palazzo Ducale? Perché proprio la scuola dell'infanzia?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Scuole nel degrado e pericoli in ogni angolo". Pd in pressing sul sindaco | FOTO

CasertaNews è in caricamento