Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità Lusciano

Debito da 700mila euro, la consigliera: "Rischiavamo di pagare il doppio"

Giglio entra nel merito della polemica: "I debiti non escono dai cilindri"

"In qualità di consigliere delegato al contenzioso, credo sia doveroso nei confronti dei cittadini tutti dare spiegazioni in relazione ad un debito di 700 mila euro derivante da un contenzioso". Lo ha affermato la consigliera delegata al Contenzioso del comune di Lusciano Stefania Giglio

La consigliera in primis ribadisce come "i debiti non escono dai cilindri come i conigli, ma nello specifico si ha riguardo ad un "debito ereditato", ossia un debito che era già presente nel 2013 quando si è insediata la prima Amministrazione Esposito, (della quale la sottoscritta faceva già parte con le stesse deleghe), e per il quale ritenemmo opportuno costituirci in giudizio per presentare opposizione (pur sapendo che era un debito legittimo). Le dispute processuali si sono susseguite nel tempo fino ad arrivare alla sentenza del 2021 che condannava il nostro Comune al pagamento di una somma di 1 milione e 400 mila euro a favore della controparte. Solo grazie alla competenza e alla caparbietà dello studio a cui è stata affidata la difesa del nostro Ente, siamo riusciti a stipulare una transazione pari a 700 mila euro, con un risparmio di 700 mila euro (praticamente la metà di ciò che aveva stabilito la Sentenza). Quindi c'erano dei debiti, che (ripeto non sono stati causati dall'Amministrazione Esposito) dovevano essere in ogni caso onorati", conclude Giglio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Debito da 700mila euro, la consigliera: "Rischiavamo di pagare il doppio"

CasertaNews è in caricamento