Martedì, 15 Giugno 2021
Attualità

Il Comune non paga le fatture dell'energia elettrica, decreto ingiuntivo di 50mila euro

Ma per il dirigente "le fatture richiamate nel decreto risultano tutte saldate ad Enel Energia Spa prima della data in cui è stata formalizzata la cessione" all'istituto di recupero crediti

Il Comune di Marcianise

Fatture dell'Enel non pagate, il Comune si becca un decreto ingiuntivo. E' quanto accaduto a Marcianise, dove la Banca Ifis (che si occupa di recupero crediti) ha proposto ed ottenuto, dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, un decreto ingiuntivo contro l'Ente per il mancato pagamento di circa 50mila euro relativi alla fornitura di energia elettrica dell'anno 2019.

Il Comune è accusato di non aver adempiuto alle proprie obbligazioni, nonostante le richieste di pagamento pervenute il 26 giugno e il 3 agosto 2020. Lo si apprende da una determina firmata dal responsabile comunale agli Affari legali Angela Capasso, la quale ha sottolineato però che "le fatture richiamate nel decreto risultano tutte saldate ad Enel Energia Spa prima della data in cui è stata formalizzata la cessione" all'istituto di recupero crediti (la Banca Ifis).

Ciò è emerso a seguito di una ricognizione presso l'Ufficio Finanziario del Comune per la verifica dei debiti. Per questo motivo la giunta comunale del sindaco Antonello Velardi ha ritenuto necessario incaricare l'avvocato Riccardo Ernesto Di Vizio per tutelare le ragioni dell'Ente ed evitare nel contempo un gravissimo danno economico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune non paga le fatture dell'energia elettrica, decreto ingiuntivo di 50mila euro

CasertaNews è in caricamento