Mercoledì, 28 Luglio 2021
Attualità

Variante Delta preoccupa De Luca: "Entro fine novembre Campania deve essere immune"

Il governatore spinge sui vaccini con circa 4 milioni di dosi ancora da somministrare. Stoccata a Salvini: "Ogni sua affermazione mi fa guadagnare 100mila voti"

Il presidente della Campania Vincenzo De Luca

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca fissa la dead line per la campagna vaccinale: "entro fine novembre la Campania deve essere immune". Lo ha riferito il governatore nel corso della consueta diretta del venerdì durante la quale è stato fatto il punto sulla situazione Covid e sulla campagna vaccinale in corso. 

Secondo le stime fornite da De Luca in Campania ci sono "5 milioni 41mila cittadini che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino. Di questi 1,7 milioni hanno ricevuto la doppia dose mentre 3,3 milioni una sola dose". Inoltre, negli ultimi giorni "abbiamo registrato una ripresa di vaccinazioni dopo il richiamo alla responsabilità della settimana scorsa. I nostri cittadini tornano a vaccinarsi, in particolare con i richiami ma ci sono anche prime dosi". Ma l'obiettivo da raggiungere è alto: "La Campania immune con oltre 9 milioni di dosi somministrate entro fine novembre-inizio dicembre e raggiungere l'obiettivo della Campania: aprire tutto e aprire per sempre. Quindi vaccinatevi e indossate la mascherina", ha detto De Luca. 

Il presidente della Regione ha anche ribadito le motivazioni che lo hanno spinto a confermare l'obbligo delle mascherine in strada. "Abbiamo mantenuto le mascherine perché abbiamo uno dei focolai nazionali di variante Delta. L'altro più consistente è in Lombardia - ha detto De Luca - Dobbiamo essere prudenti. La Variante Delta ha particolare aggressività sui giovani: nei giorni scorsi sono andati in terapia intensiva due ragazzi di 30 e 31 anni. Qualche giorno fa sono rientrati da Maiorca alcuni ragazzi che hanno partecipato ad una festa e si sono contagiati con la variante Delta. Parliamo di ragazzi di 18 anni". 

E il raffronto dei dati rispetto all'anno precedente sembra essere impietoso. Il 1 luglio del 2020 c'erano 9 positivi in Campania, il 1 luglio 2021 107 positivi. Primo luglio 2020 c'erano 16 persone negli ospedali oggi sono 217, zero ricoveri in terapia intensiva e oggi 19. "Dobbiamo essere prudenti: abbiamo un elemento positivo in più che sono i 5 milioni di vaccini somministrati ma ci sono centinaia di migliaia di cittadini che non sono vaccinati".

Poi la stoccata a Matteo Salvini che "scende ogni estate da Milano" che è stato inviato a "non fare lo scapigliato" e "vaccinarsi e mettere la mascherina". Per il resto "ogni affermazione che fa questo signore che viene da Milano ogni estate mi fa guadagnare 100mila voti, quindi Dio lo benedica". 

Infine, De Luca ha anche parlato della vicenda delle torture al carcere di Santa Maria Capua Vetere. "Sono immagini intollerabili in un paese civile - ha dichiarato - Sono le immagini della bestialità umana. Fanno ritornare a galla la componente di animalità che è dentro di noi e che si scatena quando perdiamo i freni inibitori, quando abbiamo il dominio su un altro essere umano". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variante Delta preoccupa De Luca: "Entro fine novembre Campania deve essere immune"

CasertaNews è in caricamento