Martedì, 19 Ottobre 2021
Attualità

De Luca a Caserta lancia l'allarme sulla modifica dell'Rt: "No a vestiti su misura per alcune Regioni..."

Il governatore in visita all'ospedale: "Mancano ancora tanti vaccini alla Campania, ce ne mandano poche migliaia..."

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca è stato oggi in visita all’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. A margine dell’incontro coi medici, il governatore è tornato sul delicato tema della campagna vaccinale.

“Il problema resta la quantità di vaccini che arrivano in Campania. Ancora oggi siamo a 200mila vaccini in meno rispetto a quelli che dovremmo avere in relazione alla nostra popolazione. Ci é stato detto che recupereremo alcune decine di migliaia di dosi entro maggio, ma ancor oggi siamo a quasi 200mila in meno e questo condiziona la nostra campagna di vaccinazione".

Il presidente ha parlato anche della modifica dei criteri di valutazione per attribuire i colori alle Regioni “Sono d’accordo - ha detto - L’Rt non puo' essere l'unico parametro, ma bisogna fare molta attenzione perché quando si modificano i criteri mi viene il dubbio che qualcuno voglia costruire un vestito fatto su misura degli interessi di altri territori, non certo la Campania". Ed aggiunge: “Va bene la modifica dell'Rt, consideriamo come fattori importanti i dati sulle terapie intensive e sui posti letto di degenza occupati. Ma devo ricordare sempre che siamo la Regione più difficile perché abbiamo la densità abitativa più alta d'Italia e nell'area metropolitana di Napoli la più alta d'Europa. Quindi, qui non possiamo sbagliare".

L’occasione si è presentata per l’inaugurazione della terza sala di emodinamica e l’avvio dei lavori di ampliamento del Pronto Soccorso. Il direttore generale Gaetano Gubitosa, affiancato dal Direttore Sanitario Angela Annecchiarico, e dal Direttore Amministrativo, Amalia Carrara, ha accolto il governatore nella hall principale dell’Ospedale, dove gli ha illustrato gli interventi di edilizia sanitaria e il relativo stato di avanzamento relativi ai lavori di demolizione e ricostruzione dell’edificio G, che tornerà ad ospitare l’Unità operativa Malattie Infettive e Tropicali con i relativi ambulatori, ma che sarà anche la nuova sede dei laboratori e ambulatori delle Unità operative Microbiologia Generale e Biologia Molecolare; la realizzazione di un edificio a tre piani destinato a bunker per Radioterapia, obiettivo prioritario dell’attuale direzione ospedaliera, e Medicina Nucleare, ma anche all’Unità Spinale con piscine per la riabilitazione funzionale; la realizzazione di un edificio a due piani dedicato a piastra operatoria. “Stiamo guardando al futuro -ha dichiarato il Direttore Generale- in termini di potenziamento e miglioramento dei servizi per il cittadino”. Dopo la benedizione del vescovo Pietro Lagnese alla terza sala di emodinamica con attrezzature all’avanguardia, illustrate dal Direttore del Dipartimento Cardio-Vascolare, prof. Paolo Calabrò, la giornata evento si è conclusa in aula magna.

Qui De Luca ha parlato della sanità campana. "Uno degli obiettivi che abbiamo è bloccare il fiume di mobilità passiva. E' incredibile, abbiamo pagato noi la sanità della Lombardia, 300 milioni di euro l'anno per scoprire poi in questo anno che non c'è bisogno di andare al Nord e che in alcuni campi qui in Campania abbiamo eccellenze di valore mondiale. Mi auguro - ha aggiunto De Luca - che siano tutti convinti che bisogna fermarsi qui, non c'è bisogno di fare i pellegrinaggi al Nord".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca a Caserta lancia l'allarme sulla modifica dell'Rt: "No a vestiti su misura per alcune Regioni..."

CasertaNews è in caricamento