Attualità

De Luca: "Vaccini a studenti prima del rientro. Mascherine anche a luglio, anticipiamo i matrimoni"

Il presidente della Regione continua il braccio di ferro con Figliuolo per le dosi in meno. A Capua un polo per gli "aerei green" e sul reddito di cittadinanza propone: "Diamo 500 euro in aggiunta per lavori stagionali"

Recuperare il gap sul numero dei vaccini ma anche avviare una campagna vaccinale per gli studenti delle scuole campane tra agosto e settembre. E da fine maggio la Campania anticipa il governo ed apre allo svolgimento dei matrimoni. Sono queste alcune delle novità annunciate dal governatore Vincenzo De Luca nel corso della sua consueta diretta del venerdì.

Mascherine fino a luglio e vaccini agli studenti

"L'Italia inizia a respirare ed a intravedere la possibilità di una vita normale - ha esordito De Luca - Cominciamo a respirare grazie ad una campagna di vaccinazione che sta ottenendo risultati che diventano ogni giorno più importanti. Merito dei vaccini ma anche merito della prudenza adottata dal governo. Dobbiamo mantenere questa linea di prudenza. In Campania porteremo la mascherina fino a luglio, vedremo per l'estate. La linea di prudenza è obbligatoria in quanto siamo a un quinto delle persone immunizzate per i vaccini a cui si aggiungono i tanti che hanno avuto il Covid. C'è un problema di varianti a cui dobbiamo fare attenzione, dobbiamo fare i richiami e da ottobre-novembre si dovrà fare la terza dose per chi ha avuto le due dosi a gennaio e poi dobbiamo mettere in conto la vaccinazione dei ragazzi delle scuole tra agosto e settembre".

Da fine maggio al via i matrimoni  

Poi De Luca sottolinea come "in questo quadro la Campania deve essere orgogliosa. Siamo la prima Regione d'Italia per i risultati anti-Covid: ultima regione per l'occupazione delle terapie intensive e la regione in cui ci sono stati meno morti. Abbiamo messo in piedi una campagna di vaccinazioni che ci porta oggi a fare 60mila vaccini al giorno con prestazioni eccellenti. Possiamo essere orgogliosi perché abbiamo anticipato la linea del governo come sul comparto turistico. Anticiperemo anche i matrimoni dando una mano al settore del wedding: da fine maggio sarà possibile celebrare i matrimoni sulla base di un protocollo di sicurezza che abbiamo stipulato da settimane". 

La battaglia con Figliuolo: "Dateci più vaccini"

Risultati, quelli snocciolati dal presidente della Regione Campania, che arrivano nonostante un gap sul numero dei vaccini. "Abbiamo recuperato in una settimana 50mila dosi di vaccino ma siamo sempre 150mila vaccini in meno - ha sottolineato De Luca - A gennaio e febbraio abbiamo accettato che si distribuissero vaccini alle Regioni che avevano più popolazione anziana. Oggi che abbiamo completato le vaccinazioni per gli anziani e si comincia a parlare di vaccinazioni alla fascia di età 16-40 anni abbiamo chiesto al commissariato di dare più vaccini alla Campania che è la Regione più giovane d'Italia. Oggi è semplicemente corretto dare più vaccini alla Campania fino ad arrivare a settembre con una situazione di equilibrio e cioè un vaccino per ogni cittadino. Dobbiamo recuperare per le dosi del passato 150mila dosi e ricevere una percentuale in più di vaccini consegnati". 

A Capua un polo per microsatelliti, droni ed aerei green

De Luca inoltre pensa anche al futuro in tema di economia e lavoro. "Abbiamo cominciato a fare un ragionamento sullo sviluppo industriale della nostra regione. Guardiamo al piano di rilancio del Governo ed ai fondi europei oltre che a fondi ordinari della regione. Lavoreremo per potenziare alcuni poli di sviluppo in cui l'industria campana può vantare eccellenze. Pensiamo di potenziare tra Capua e Grazzanise un polo produttivo di eccellenza mondiale per la produzione e ricerca nelle tecnologie microsatellitari, nelle tecnologie che riguardano i droni ed il trasporto elettrico di aerei di medie dimensioni". 

La proposta: "Mantenere Rdc per stagionali in aggiunta a stipendi"

De Luca ritorna sulla questione dei lavori stagionali in cui scarseggia la manodopera. "Siccome facciamo fatica a trovare lavoratori stagionali nelle aziende agricole ma anche nei ristoranti, alberghi e stabilimenti balneari perché molti prendono il reddito di cittadinanza, la proposta che facciamo è questa: senza far perdere il reddito di cittadinanza le aziende possono dare in aggiunta al reddito di cittadinanza 500 euro per un lavoro stagionale". 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca: "Vaccini a studenti prima del rientro. Mascherine anche a luglio, anticipiamo i matrimoni"

CasertaNews è in caricamento