Svolta in Campania, De Luca cambia idea ed anticipa l'apertura delle scuole di 10 giorni

"Con screening nazionale disposto dal commissario Arcuri potremo anticipare i tempi". Sui focolai: "Sono tutti sotto controllo". Sul fronte economico: "Puntiamo al miracolo economico"

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca

“Oggi in Campania non abbiamo grandi problemi. Abbiamo praticamente concluso i controlli relativi a un piccolo focolaio registrato a Serino per un cittadino venezuelano che ha contagiato il resto della famiglia. Ad oggi siamo praticamente una Regione a contagio zero". A dirlo è il presidente della Campania Vincenzo De Luca nel corso della consueta diretta per fare il punto sulla pandemia da coronavirus. Il governatore ha chiarito che la Campania "lavora per spegnere tutti i focolai" ma chiede che ci sia ancora "attenzione: dobbiamo avere la consapevolezza che il problema non e' superato, ma e' dietro l'angolo. Questo calvario finira' quando avremo il vaccino contro il coronavirus, cioè nella migliore delle ipotesi alla fine del 2020”. De Luca ha poi sottolineato: "Vedo che in altre parti d'Italia, quando si tratta di mettere in quarantena, non si decide. Noi abbiamo un altro sistema: quando c'è un focolaio, quarantena per 15 giorni, poi si vede. In questa fase dobbiamo fare attenzione a tutti i focolai che si accendono - ha spiegato De Luca - e dobbiamo intervenire in maniera rapida. Abbiamo spento un focolaio che abbiamo avuto nella nostra regione, abbiamo messo in quarantena per 15 giorni i cittadini che erano nelle palazzine interessate, in larghissima misura non italiani”.

Scuola, si cambia: apertura tra il 14 ed il 15 settembre

Sul fronte scuola, invece, ci potrebbe essere un cambiamento nell’apertura dell’anno che era stata annunciata dall’assessore regionale Lucia Fortini per il 24 settembre: "Probabilmente decideremo di fare l'apertura dell'anno scolastico come il 90% delle Regioni, cioè a cavallo del 14-15 settembre - ha affermato De Luca - C’era l'orientamento di aprire l'anno scolastico dopo la tornata elettorale, quindi il 24 settembre. E' intervenuta una novità, è stato nominato il commissario per l'emergenza scolastica, Arcuri, che proporrà una campagna di screening su piano nazionale. E' evidente che, se si decide di farlo a inizio settembre, noi dovremo collocarci in quel periodo. Quindi probabilmente decideremo di fare l'apertura dell'anno scolastico a cavallo del 14-15 settembre. Daremo un'informazione preventiva a tutti gli operatori scolastici”.

"In Campania possiamo fare un miracolo economico"

Sul futuro De Luca è convinto che la Campania possa compiere “un vero e proprio miracolo economico. "Abbiamo affrontato mille emergenze, oggi siamo in condizione di lanciare per i prossimi mesi e anni un obiettivo ambizioso: far decollare la Campania”. De Luca ha parlato di "boom economico come hanno fatto nei decenni passati la Baviera, l'Ile de France, la Catalogna. Ce la possiamo fare perché oggi abbiamo condizioni organizzative e finanziarie per realizzare davvero un miracolo economico campano e dare una prospettiva di lavoro a un'intera generazione. Ci sono tutte le possibilità per avviarci verso una fase di sviluppo straordinario della nostra regione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Aumentano i contagi, altre 8 vittime del Covid nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento