menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Altri 9 positivi al Covid in Campania. “C’è anche un dentista, contattati i pazienti”

L’annuncio di De Luca: “Era andato in Albania, la nostra è una corsa contro il tempo per evitare focolai”

Nove nuovi contagi, quasi tutti collegati a tamponi positivi già trovati nei giorni scorsi e tra questi “anche un dentista che si era recato in Albania e che ci ha costretto a contattare tutti i pazienti ed effettuare lo screening”. E’ quanto annunciato dal presidente della Regione Vincenzo De Luca relativamente ai nuovi casi registrati nel territorio campano nelle ultime 24 ore. “Buona parte dei nuovi contagi sono focolai di importazione - ha aggiunto - per questo dicono che servono controlli più rigorosi. C’è stato un rilassamento generale nel nostro paese che ha favorito i nuovi contagi. Avendo aperto tutte le attività economiche dobbiamo convivere col virus per 7-8 mesi, fin quando non arriverà il vaccino, ed è indispensabile avere comportamenti corretti, altrimenti non arriveremo a settembre”.

vincenzo de luca-22

Per il governatore “la sfida che abbiamo davanti è quella del tempo. Oggi si gioca tutto sulla rapidità di intervento della Regione per individuare il positivo, ricostruire la rete di rapporti ed evitare focolai. In questi giorni abbiamo avuto un picco di 29 contagi, oggi siamo a 9 contagi. Abbiamo una situazione non drammatica, ma che chiede comportamenti di responsabilità. Solo uno è un nuovo contagio, gli altri sono il risultato del tracciamento dei contatti”.

Sono state poi annunciate due ordinanze che saranno adottate nelle prossime ore. “Una per consentire il controllo degli autobus che arrivano in Italia stracarichi di viaggiatori dall’Est Europa. Stiamo valutando di farli arrivare tutti nella stessa area per poterli sottoporre a controlli”. La seconda, invece, riguarda l’idea annunciata in mattinata della carta di identità per andare al ristorante: “In un ristorante della fascia costiera - spiega De Luca - abbiamo individuato un positivo e ci siamo attivati per avere i numeri di telefono di coloro che avevano pranzato nel locale. Facendo le telefonate, abbiamo avuto la sorpresa di verificare che i numeri di telefono erano falsi. Non so se questi comportamenti sono più stupidi o irresponsabili. Ed allora stiamo pensando di adottare un’ordinanza che prevede che per ogni tavolo ci deve essere almeno uno che dia la carta di identità. È nell’interesse dei cittadini: noi dobbiamo garantire la sicurezza delle nostre famiglie e dei nostri figli”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Un casertano 'sbarca' in Honduras all'Isola dei Famosi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento