Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità

De Luca: “2280 contagi a scuola in 10 giorni”. In arrivo nuove chiusure

Vertice con l'Unità di Crisi in giornata ma i dati preoccupano il governatore: "Situazione che non possiamo sostenere"

Sono 2280 i contagi nel mondo della scuola in Campania. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Vincenzo De Luca che annuncia decisioni sulla scuola all'esito delle valutazioni dell'Unità di Crisi con cui è previsto un confronto in giornata. 

La ripresa dei contagi

"Era inevitabile che si arrivasse ad una ripresa di contagio forte - ha spiegato De Luca - Registriamo da una settimana un tasso di positivi preoccupante, viaggiamo da qualche giorno sui 1500 positivi con un tasso di contagio del 10%  e 103 sintomatici. Dopo settimane di zona gialla, siccome nessuno ha messo in piedi i controlli indispensabili, registriamo una ripresa di contagi. I canali principali di diffusione del contagio sono due: la movida, con assembramenti nelle strade e nelle piazze di migliaia di ragazzi e ragazze senza mascherina, e la riapertura delle scuole. Chiediamo al Governo misure nazionali chiare e non le mezze misure delle zone che non hanno risolto il problema di contenere il contagio ed hanno stressato l'Italia. Dobbiamo fare un discorso difficile ma di verità. Quando ci sono comportamenti irresponsabili non riprendiamo a vivere ma allunghiamo il calvario dell'epidemia".

La questione vaccini 

Sui vaccini De Luca è stato chiaro. "Per uscire dalla pandemia dobbiamo vaccinare il 70% dei cittadini italiani. La Campania ha avuto nel mese di febbraio 277mila dosi tra Pfitzer e Moderna e 107mila da Astrazeneca. Se tutto va bene avremo in un mese 180mila persone vaccinate. Dovremmo vaccinare 4,6 milioni di cittadini in Campania. Con questi impiegheremo tutto il 2021, il 2022 e parte del 2023. Evitiamo di dire stupidaggini ai nostri cittadini, dicendo cose che vengono smentite una settimana dopo. Questi sono i numeri. Non angosciamoci ma questa è la realtà con la quale dobbiamo fare i conti.
Attendiamo che ci sia un incremento nelle forniture di vaccini".

Il nodo scuole 

Sulla scuola "avevamo segnalato alcune questioni segnalate da genitori e docenti. Siamo andati avanti in queste settimane avendo una pressione da parte del Ministro della Pubblica Istruzione (Lucia Azzolina nda) sui dirigenti scolastici per fare aprire sempre e comunque ed a prescindere. La priorità assoluta è tutelare la vita e la salute dei nostri figli. Su questo dovremmo essere tutti d'accordo". 

E dunque i dati, "dal 25 gennaio al 4 febbraio in Campania abbiamo registrato nella fascia di età 0-5 anni 573 positivi, nella fascia di età 6-10 anni 617 positivi, nella fascia di età 11-13 anni 351 positivi, 14-19 anni 739 casi positivi. Complessivamente 2280 nuovi positivi nel mondo della scuola". Si tratta di dati pervenuti dalle Asl e che saranno valutati dall'Unità di Crisi Regionale, nel corso di una riunione in programma in giornata ed al termine della quale "prenderemo delle decisioni", annuncia De Luca. "E' evidente che questa situazione non la possiamo reggere. La decisione che dobbiamo prendere è questa: fare un lavoro di prevenzione davanti a dei dati che sono pesanti o decidere di rimanere passivi ed intervenire fra un mese con le terapie intensive già ingolfate". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca: “2280 contagi a scuola in 10 giorni”. In arrivo nuove chiusure

CasertaNews è in caricamento