Oltre 4mila nuovi malati di tumore all'anno: il report degli esperti mette i brividi

I dati del ‘Registro dei tumori’: aumentano quelli femminili, numeri preoccupanti dai distretti di Marcianise, Capua e Casal di Principe

Sono oltre 4mila all'anno i tumori diagnosticati in provincia di Caserta

Per il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca “la Terra dei fuochi oggi non è a Caserta ma nel Nord del Paese”, ma i dati sull’incidenza dei tumori in provincia di Caserta fanno pensare ad altro. 

A destare preoccupazione sono i dati pubblicati nel report relativo all’aggiornamento dei dati del registro tumori della provincia di Caserta, sotto la lente d’ingrandimento del team curato da Angelo D’Argenzio. In Terra di lavoro infatti l’incidenza dei tumori è mediamente più alta rispetto al dato nazionale, con alcuni casi di particolare rilievo.

I territori più a rischio

L’esempio arriva dai distretti 20 (Casal di Principe) e 16 (Marcianise), dove negli uomini si registrano numeri statisticamente eccessivi di tumore della laringe e del polmone, superiori anche alla stessa media dell’Asl Caserta. Sempre in questi due comuni sono stati verificati numeri anomali di tumori allo stomaco e rinofaringe (Marcianise) e fegato e tiroide (Casal di Principe).

Dati preoccupanti per le donne nel distretto 22, quello di Capua, con un eccesso del tasso di incidenza dei tumori alla mammella e del corpo dell’utero.

La mappa dei tumori

Le mappe dei rischi per comune e l'analisi indipen­dente di aggregazioni (cluster) di comuni a rischio “significativo”, confermano che nel sesso maschile si rileva un'area a maggiore rischio comprendente i distretti di Capua, Aversa, Santa Maria Capua Vetere, Casal di Principe, Lusciano e alcuni comuni dei distretti di Marcianise e Mondragone, mentre è evidente un minore rischio nel nord della provincia.

Nel sesso femminile si rileva un'area a maggiore rischio comprendente i distretti di Caserta, Marcianise, Succivo, Aversa e alcuni comuni dei distretti di Santa Maria Capua Vetere e Maddaloni, mentre si conferma essere a minore rischio la restante porzione del territorio casertano.

I tumori più diffusi

A livello provinciale invece i tumori più frequentemente diagnosticati tra gli uomini sono il polmone (18%), prostata (14%), vescica (14%), colon retto (12%) e fegato (6%); tra le donne mammella (28%), colon-retto (12%), utero (7%), tiroide (5%) e polmone (5%).

Il registro dei tumori stima che in provincia di Caserta si verifichino nel corso di ogni anno (nel periodo preso in esame tra il 2008-2013) circa 4.259 nuove diagnosi di tumore (esclusi i carcinomi della cute), di cui 2370 (56%) fra gli uomini e 1.889 (44%) fra le donne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'aumento dei tumori femminili

“Osservando i trend - spiegano gli esperti del Registro tumori Caserta - si può desumere un lieve decremento, non statisticamente significativo, sia dell'incidenza dei tumori nel sesso maschile sia della mortalità in entrambi i generi, mentre risulta significativamente in aumento l’incidenza complessiva dei tumori femminili (+1.8% annuo)”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Confiscato un tesoro da 22 milioni di euro all'imprenditore 'amico' dei Casalesi

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Va a caccia col porto d'armi scaduto, condanna "mini" per 67enne

  • Pensioni minime a 1000 euro. De Luca: "Una giornata storica"

  • Tre casertani positivi al tampone per il coronavirus

  • Terrore in corso Giannone, albero della Reggia crolla in strada | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento