rotate-mobile
Attualità Marcianise

Rogo alla Lea, ecco i risultati dell'inquinamento dell'area dopo l'incendio

Concentrazione di diossine 160 volte superiore al 'valore di riferimento' nella zona, nessun problema in città

Valori di diossine 160 volte superiori al valore di riferimento costituito dalle linee guide della Germania (LAI-Laenderausschuss fuer Immissiosschutz – Comitato degli Stati per la protezione ambientale). Sono questi alcuni dei risultati provenienti dai dati dell’Arpac sulle rilevazioni eseguite a Marcianise dopo il rogo di venerdì della Lea.

Il campionamento sulle diossine stato svolto il 26 ottobre presso un’azienda limitrofa, alla distanza di circa 10m dal sito Lea dell’incendio, su un volume di aria campionata pari a circa 24mc tra le ore 14 e le 16. Il rapporto di prova evidenzia, per il parametro delle diossione PCDD+PCDF (espresso in I.T.E.Q. pg/Nmc), un valore di concentrazione pari a 24,06 I.T.E.Q. pg/Nmc, superiore rispetto al valore di riferimento di 0,15 06 I.T.E.Q. pg/Nmc.

I tecnici hanno poi provveduto ad effettuare campionamenti dell’aria ambiente presso l’ingresso dello stabilimento Lea per la ricerca di SOV ed aldeidi. Dal report si evince una significativa concentrazione di benzene pari a 1,42 mg/mc (ovvero 1420 microgrammi/mc), superiore al limite di concentrazione media annuale del benzene pari a 5 microgrammi/mc secondo il D.Lgs. 155/10, unico parametro normato fra quelli determinati. Relativamente alle aldeidi, in assenza di limiti normativi, nella Circolare del Ministero della Sanità n°57 del 22/06/1983 viene riportato un limite massimo di esposizione di 0,124 mg/mc per la formaldeide negli ambienti di vita e di soggiorno, ma il valore rilevato all’ingresso della Lea risulta inferiore a tale valore limite.

Una situazione che però riguarda esclusivamente il sito coinvolto dal rogo. La direzione tecnica dell’Arpac lo stesso 26 ottobre ha infatti provveduto ad installare nei pressi della casa comunale di Marcianise il laboratorio mobile per il monitoraggio della qualità dell’aria ambiente. Dai dati si evince che non sono stati rilevati superamenti dei valori limite di concentrazione previsti dal D.Lgs. 155/10 per i parametri monitorati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo alla Lea, ecco i risultati dell'inquinamento dell'area dopo l'incendio

CasertaNews è in caricamento