menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'abitazione colpita da crolli a Marcianise

L'abitazione colpita da crolli a Marcianise

Crollo in un'abitazione, scoppia la 'grana' dello sgombero dei residenti | LE FOTO

Quattro sorelle hanno rifiutato sistemazioni alternative. Il sindaco: "Serve collaborazione"

Una situazione sicuramente molto complicata quella che sta cercando di sbrogliare il Comune di Marcianise dopo il crollo del solaio dell’immobile di via De Maio, avvenuto il 18 aprile scorso. Al suo interno vivevano infatti quattro sorelle, di cui tre lì residenti ed una quarta con residenza nel comune di Capodrise.

Lo stabile è stato dichiarato inagibile e perciò sgomberato, e le quattro donne, di cui una con problemi di mobilità, sono state ospitate a cura del Comune in una struttura religiosa. L’Ente guidato dal sindaco Antonello Velardi ha poi cercato una sistemazione alternativa, che però è stata rifiutata dalle interessate perché fuori Marcianise.

“Al momento – spiega il primo cittadino - le norme non ci consentono di fare diversamente, obbligando il Comune a sistemare presso una struttura specializzata solo una delle quattro perché ha problemi di mobilità. In ogni caso anche quest'ultima ha rifiutato ogni sistemazione per non staccarsi dalle sorelle. La vicenda è particolarmente penosa e pone molti problemi di carattere sociale ma segnala anche la mancanza di strumenti di legge adeguati. Le occupanti dell'immobile peraltro risultano essere morose riguardo agli obblighi di pagamento del fitto e delle utenze, oltretutto mai distaccate”.

Il sindaco ha chiesto “la collaborazione concreta dei familiari, della rete di associazioni di volontariato presenti sul territorio di Marcianise e di ogni cittadino di buona volontà. Auspichiamo di raggiungere un risultato concreto già nelle prossime ore. La vicenda costituisce per noi un forte assillo. Ma è anche la dimostrazione delle armi spuntate a disposizione del Comune. Siamo disarmati. Saremo in ultima ipotesi costretti ad intervenire a nostre spese, con una colletta tra gli assessori, così come è già avvenuto nel passato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Troppi contagi, il sindaco non si fida: "Le scuole restano chiuse"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Omicidio Noviello, Cirillo stanato dopo la fuga

  • Cronaca

    Piazze di spaccio della camorra, 9 condanne

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Caterina Balivo torna in tv su Rai 1

  • social

    Blue Monday 2021, oggi è il giorno più triste dell'anno

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento