menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cancello crollato a terra all'ingresso della villetta

Il cancello crollato a terra all'ingresso della villetta

Tragedia sfiorata, crolla il cancello all’ingresso della villetta | FOTO

‘Casagiove nel cuore’ accusa il sindaco: “Deve dimettersi”

Poteva provocare gravi conseguenze l’incidente avvenuto nella mattinata di martedì presso la villetta di via Napoli a Casagiove, dove ha improvvisamente ceduto, schiantatosi a terra, il cancello della porta d’ingresso.

Una vicenda sulla quale è intervenuta anche l’opposizione, col gruppo di ‘Casagiove nel cuore’ che ha sferrato un dito attacco al sindaco Roberto Corsale: “Abbiamo più volte chiesto al sindaco di farci carico direttamente della manutenzione delle villette della nostra città, di occuparci di quei piccoli lavori, che da buoni cittadini possono essere svolti in un clima di collaborazione con le istituzioni, utili a recuperare una normalità rispetto a delle in condizioni di abbandono ma, bontà sua, il primo cittadino non ci ha mai degnato di una risposta”.

“A Casagiove - rincara la dose il gruppo capitanato da Danilo D’Angelo - c’è un degrado diffuso che abbiamo ripetutamente denunciato e portato all’attenzione degli uffici e degli amministratori, ma mentre il sindaco è impegnato ad elencare  sui social i suoi “successi” inutili, molti dei quali sono semplici atti amministrativi, alcuni dei quali dovuti per legge, la città cade letteralmente a pezzi. Al sindaco Corsale abbiamo consigliato più volte un atto di responsabilità, un passo indietro e oggi chiediamo ai consiglieri di (una presunta) maggioranza, primo tra tutti Mario Melone, le ragioni del loro silenzio davanti alla incapacità amministrativa del sindaco. Quindi, al primo cittadino rinnoviamo ancora una volta la nostra fraterna richiesta, una richiesta liberatoria e piena di dignità: dimettiti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento