Crediti non riscossi dal Comune, Rinascita bacchetta l'amministrazione

Il gruppo accusa Gaetano: "In 14 mesi hanno creato una voragine nel bilancio"

Il sindaco Giuseppe Gaetano

Il sindaco di Gioia Sannitica Giuseppe Gaetano nel mirino del gruppo "Riscossa Gioiese" per i crediti non riscossi da parte dell'amministrazione.

"Mai ci saremmo immaginati di dover ricordare la propria identità al primo cittadino; nel gioco dello scarica barile, infatti, egli ed i suoi consiglieri, hanno “dimenticato” di essere stati, il primo assessore della giunta 2009-2014, ed altri 2 amministratori hanno avuto parenti nella giunta 1999-2004 - si legge in una nota dell'opposizione - Quindi cercando maldestramente di scaricarsi colpe dirette e proprie hanno accusato sé stessi ed i propri parenti. Dopo questo improvviso colpo di amnesia, vediamo quali sono i fatti: in soli 14 mesi sono riusciti nell’ardua impresa di aprire una “voragine” nel bilancio". Al riguardo "basta leggere la loro stessa relazione al bilancio approvata prima in giunta e successivamente nell’ultimo consiglio comunale per scoprire che: non hanno incassato nemmeno un quarto (meno del 22%) di quello che era dovuto al comune e da loro stessi accertato per l’anno 2019, hanno rinunciato in un sol colpo a riscuotere 3 milioni di euro di crediti che il comune vantava; hanno perso altre entrate previste per l’anno 2019 per circa 1 milione di euro; entrate approvate e ritenute congrue da loro stessi nel bilancio del luglio 2019. Se avessero realizzato una sola di queste tre cose, una sola, non avrebbero avuto deficitarietà strutturale e non avrebbero dovuto ricorrere al riequilibrio pluriennale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi proseguono: "non ci sono parole. Tutto questo si tradurrà, nel prossimo futuro, in tasse e aumento delle tariffe per tutti i cittadini. Un merito, però, gli va dato: hanno cercato in tutti i modi di essere coerenti, tentando fino alla fine di tenere fede alle chiacchiere di un comune indebitato fino all’osso. La verità fattuale è un’altra, come dimostrano gli indici di bilancio: non è un problema di debiti, ma di crediti che dovevano riscuotere nell’anno 2019 e che non hanno riscosso". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • Tempesta nel casertano: abbattuti cartelloni pubblicitari ed alberi, volano anche pezzi di tetto | FOTO

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento