rotate-mobile
Attualità Marcianise

Tornano in strada i lavoratori della Softlab: "Serve una soluzione dignitosa"

I dipendenti hanno tenuto l'ennesimo corteo di protesta degli ultimi mesi

Tornano a protestare in strada i lavoratori della Softlab. L’ennesimo corteo di questi mesi per tenere alta l’attenzione su una vertenza che, alle porte del 2024, non dà garanzie sul futuro, con la cassa integrazione in scadenza  fine anno.

Il rischio licenziamento, come più volte sottolineato dai sindacati e alto. Il problema riguarda anche gli stipendi. A quanto si apprende  ci sono arretrati dovuti dall'azienda ai circa 230 lavoratori della sede di Maddaloni. Di questi, una piccola parte attende da luglio gli stipendi, mentre gli altri 200, che hanno fatto cassa integrazione con poche ore lavorate, attendono che l'azienda paghi la quota di cassa integrazione che le compete, mentre l'Inps ha regolarmente corrisposto ai lavoratori le somme di propria spettanza.

 Da settembre invece quasi tutti i 230 lavoratori di Softlab, come riporta l’Ansa, sono in cassa integrazione a zero ore, e stanno ricevendo 900 euro mensili dall'Inps. I dipendenti hanno tenuto oggi un corteo a Marcianise, partendo dal velodromo e arrivano fuori ai cancelli dello stabilimento della multinazionale Jabil, da cui tutti i lavoratori sono fuoriusciti dopo una crisi produttiva, assunti in Softlab sulla base di incentivi pagati da Jabil e di processi di reindustrializzazione però mai decollati.

“Si manifesta con rabbia per le vie del casertano per denunciare, per l’ennesima volta, il dramma che stanno subendo le lavoratrici e i lavoratori per una reidustrializzazione promessa ma inesorabilmente fallita. Le istituzioni devono intervenire perché non c’è tempo da perdere e a dicembre scadono gli ammortizzatori sociali. Il 12 dicembre si ritorna al Mimit insieme ai lavoratori, ci deve essere un’assunzione di responsabilità per trovare al più presto una soluzione dignitosa”, dicono dalla Fiom Caserta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornano in strada i lavoratori della Softlab: "Serve una soluzione dignitosa"

CasertaNews è in caricamento