Attualità

Blocco dei ticket per le strutture convenzionate, scoppia il giallo. “Ora vado in Procura”

Carlo Corvino denuncia: “Alcuni laboratori hanno continuato ad accettare i ticket anche dopo lo stop. Qualcuno dell’Asl li aveva avvisati?”

Sono sempre le difficoltà della sanità a tenere banco in questa calda estate casertana. A breve terminerà il blocco ai laboratori privati di poter effettuare gli esami in convenzione, ma qualcosa non torna in merito a quanto accaduto nelle ultime settimane.

A denunciarlo è Carlo Corvino, gestore di alcuni punti prelievi in provincia di Caserta, e candidato anche alle ultime elezioni politiche. “Lunedi primo luglio riapriranno le convenzioni per i laboratori di analisi e quindi si potranno accettare le impegnative. Il 20 maggio 2019, infatti, l'Asl di Caserta comunicava a tutti i laboratori di analisi della provincia che a partire dal 22 maggio e fino al 30 giugno non era possibile accettare impegnative a causa dell'esaurimento del budget dedicato. Fin qui nulla di strano, visto che siamo abituati al fatto che in provincia di Caserta la sanità non è garantita per 12 mesi ma solo per 6, anche se nella nostra provincia ci sono almeno 5 consiglieri regionali di maggioranza ed il presidente della commissione Sanità, che ci dovrebbero spiegare perché permettono il trasferimento di fondi dedicati dalla nostra Asl a quella di Salerno, dove ci si puo’ curare per 12 mesi in un anno”.

Ma il problema è un altro: “Il 20 giugno la stessa Asl caserta ci comunicava che si erano sbagliati e che le impegnative potevano essere accettate fino al 4 giugno. Ora il problema qual è? Semplice: qualche laboratorio di analisi ha continuato ad accettare impegnative moltiplicando per 4/5 i loro prelievi e di conseguenza il fatturato. Forse qualcuno dell’Asl li aveva avvisati? In questo modo, però, hanno messo in cattiva luce i laboratori di analisi rispettosi della legge. Ora personalmente mi sono stufato e sono pronto ad andare in Procura per denunciare tutto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blocco dei ticket per le strutture convenzionate, scoppia il giallo. “Ora vado in Procura”

CasertaNews è in caricamento