rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Attualità Capua

Corse soppresse, esposto a prefetto della Ugl. Ma l'Atc smentisce

Donato (Ugl Autoferrotranvieri): "Verificare legittimità delle azioni ed evitare perdite di posti di lavoro"

L'Azienda Trasporti Campani (ATC) di Vitulazio, che gestisce alcune autolinee di trasporto pubblico in provincia di Caserta per conto della Regione Campania, ha soppresso le corse dell'autolinea Capua-Napoli mettendo diversi lavoratori in cassa integrazione. E' quanto denunciato dal segretario provinciale della Ugl Autotranvieri di Caserta, Giorgio Donato, che ha presentato un esposto al prefetto di Caserta Raffaele Ruberto, alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ed alle autorità garanti del funzionamento dei trasporti pubblici locali.

"La società ATC - spiega il sindacalista - aveva da tempo attivato una corsa concorrente sovrapponendosi di fatto all'analogo servizio offerto della Clp; successivamente aveva poi cancellato tale corsa richiedendo gli ammortizzatori sociali per i suoi dipendenti con lettera inviata alle organizzazioni sindacali". 

"La soppressione di corse dell'autolinea Capua-Napoli sarebbero surrogate da altrettante corse espletate da un'altra ditta, la Tam Srl, appartenente al nucleo familiare proprietario della ATC - aggiunge Giorgio Donato - Non si capisce poi quali fondi regionali/ministeriali stanno utilizzando per l'espletamento dei servizi".

In conclusione, il sindacato di piazza Ruggiero richiede che "vengano effettuati i dovuti controlli per verificare eventuali comportamenti o azioni illegittime poste in essere dalla società ATC e che vengano evitate negative ricadute occupazionali".

AGGIORNAMENTO 6 APRILE ORE 14. In merito alle dichiarazioni del sindacalista, è arrivata la smentita da parte dell'avvocato Antonio Marino per conto dell'Atc e del suo amministratore Luigi Esposito. "Non corrisponde al vero affermare che i lavoratori sarebbero in bilico: l’azienda ha operato una semplice riduzione dei servizi orari in conformità con il contenuto dell’ordinanza regionale del 15.3.21 sul presupposto (invero assai comprensibile in questo periodo) della significativa contrazione dei passeggeri trasportati. Nessun lavoratore è, dunque, stato posto in cassa integrazione, e ciò diversamente da quanto affermato nel pezzo redazionale a seguito delle dichiarazioni rilasciate dal rappresentante sindacale dell’UGL sig. Giorgio Donato.

Ed ancora, nessuna linea di trasporto è stata cancellata. L’azienda ha proceduto ad una semplice (e logica) riduzione delle corse per effetto della fisiologica contrazione dell’utenza in considerazione del fatto che la Regione Campania è stata considerata “zona rossa”. Solo limitatamente al perdurare di tale regime di restrizioni, infatti, la società effettuerà un minor numero di corse e, peraltro, solo durante le fasce orarie a c.d “domanda debole” mantenendo, invece, inalterate quelle svolte negli orari di punta. 

Quanto alle iniziative del sig. Donato, l’azienda ha già conferito incarico di valutare, una volta preso atto del contenuto degli esposti, l’avvio di azioni legali anche nei confronti del medesimo laddove il contenuto delle sue missive presenti connotati di non corrispondenza al vero".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corse soppresse, esposto a prefetto della Ugl. Ma l'Atc smentisce

CasertaNews è in caricamento