"Abbiamo perso il lavoro, siamo digiuni": i vigili urbani offrono la spesa

I due agenti hanno aiutato la coppia di indigenti trovata in strada

E' una bella storia di solidarietà quella che arriva da Capua dove due vigili urbani hanno donato la spesa ad una coppia di nigeriani.

Tutto ha avuto inizio in via Palasciano. I due agenti Giovanni Dallorto e Salvatore Rapido Ragozzino hanno notato i due africani, regolararmente residenti a Capua, che con ampi gesti cercavano di attirare la loro attenzione. Si sono avvicinati chiedendo cosa stesse accadendo. "Siamo digiuni da giorni - hanno risposto i due africani - abbiamo perso il lavoro e non possiamo comprare da mangiare". Una situazione di disperazione ed indigenza resa ancor più grave dalla crisi economica provocata dall'emergenza coronavirus.

Gli agenti in un primo momento hanno invitato i due a recarsi in un centro di accoglienza. Trascorre circa un'ora e la coppia di nigeriani viene notata in via Napoli. "Non era possibile il centro accoglienza", si sono giustificati. Dopo le verifiche di rito i due vigili urbani hanno appurato che quella era la verità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto, mossi da spirito di solidarietà, hanno invitato la coppia ad entrare in un esercizio commerciale ed acquistare beni di prima necessità. Davvero un bel gesto degli uomini del comando guidato da Carlo Ventriglia.  Chapeau!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casalesi in Veneto, i figli pentiti dei boss testimoni con Zaia e Lamorgese

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

Torna su
CasertaNews è in caricamento