Troppi positivi, l'appello di Marino: "Restate a casa"

Il sindaco anticipa De Luca: "Faremo tornare i nostri bambini in classe. Lockdown notturno dalle 23 alle 5"

L'appello del sindaco Marino

Il picco di contagi registrati a Caserta, 175 attuali positivi ed oltre 30 nelle ultime 24 ore, preoccupa il sindaco Carlo Marino che invita i cittadini alla prudenza ed a "muoversi il meno possibile da casa". 

"Cerchiamo di tornare allo schema del lockdown primaverile - ha chiarito Marino - E' stato un periodo difficile ma Caserta si è salvata. Oggi dobbiamo avere la stessa attenzione e la stessa sensibilità. Non ci sono le condizioni per far rischiare la vita a nessuno". Il sindaco ha poi passato al setaccio l'ultima ordinanza di De Luca.

In primis le scuole che resteranno chiuse ad eccezione delle materne. "L'Unità di Crisi sta valutando di riaprire per lunedì 26 ottobre le scuole elementari. Stiamo monitorando il trasporto pubblico locale ed il distanziamento. Siamo sicuri che riusciremo a far tornare i nostri bambini nelle classi. Resta ferma la linea su medie e superiori. Ci sono troppi casi" anche "tra i nostri giovani". 

Ed è proprio ai ragazzi che Marino rivolge il suo appello: "Vanno evitate feste ed assembramenti. Non immaginiamo che a noi non può toccare. Toccherà anche a noi se non stiamo attenti". Il sindaco ha poi anticipato il prossimo provvedimento di De Luca: "dobbiamo passare ad un lockdown notturno. E' in corso un confronto con il governo nazionale, il ministero degli Interni e le Prefetture. Non basta fare l'ordinanza ma bisogna fare in modo che venga rispettata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento